UDC: “Raccolta differenziata. La colpa non è la mancanza di siti, ma la pessima gestione della giunta 5 Stelle”

4386

Interrogazione del gruppo consiliare dell’UDC di Alcamo sulla questione rifiuti. “Pessima gestione dell’amministrazione Surdi. Non è vero che le difficoltà sono dovute all’impossibilità di conferire”.

ALCAMO. Un’interrogazione presentata dal gruppo consiliare UDC in seno al Consiglio Comunale (Anna Allegro, Enza Norfo e Saverio Messana) riporta al centro del dibattito politico la questione delle difficoltà del Comune di Alcamo nella raccolta dei rifiuti, nello specifico nella raccolta differenziata. Nell’interrogazione la “colpevole”, per l’UDC, è svelata sin dall’inizio, cioé l’amministrazione Surdi, perché “non ha saputo gestire in maniera efficiente” una questione che è “una priorità assoluta“.

I dati relativi alla raccolta differenziata evidenziato dall’UDC Alcamo

L’UDC di Alcamo evidenzia nell’interrogazione che Alcamo è passata dal 60,31% di raccolta differenziata all’attuale 30% e in più sottolinea che le giustificazioni dell’amministrazione Surdi sono solo tentativi maldestri per non dire la verità, infatti il problema di oggi, secondo quanto esplicitato nell’interrogazione, non è dato dalla difficoltà di trovare siti per lo scarico (“in verità problemi di tale natura si sono avuti in alcuni mesi del 2019″), perché se così fosse non si spiega perché per altri comuni ciò è risultato ininfluente.

I dati relativi alla raccolta differenziata in Provincia, Alcamo penultima

Nell’interrogazione inoltre l’UDC precisa le percentuali dei comuni della Provincia di Trapani e mette in evidenza che:

Sedici dei ventiquattro Comuni si attestano da un massimo del 70% ad un minimo del 60%;

Quattro Comuni da un massimo del 56% ad un minimo del 47%;

Tre Comuni da un massimo del 32% ad un minimo del 30% circa;

Un solo Comune si attesta al 26%.

L’UDC sottolinea che “nel fanalino di coda si trovano: al penultimo posto Alcamo con il 30% circa ed all’ultimo posto Castelvetrano con il 26,07%. Guarda caso sono gli unici due comuni in Provincia di Trapani amministrati dal Movimento cinque stelle“.

Quindi la conclusione che l’UDC ne desume è che, appunto, “la quasi totalità dei Comuni della Provincia di Trapani non hanno difficoltà di reperire siti per lo scarico dei rifiuti” e che comuni più popolosi di Alcamo, come Mazara del Vallo e Marsala arrivano rispettivamente al 68% e al 64% di raccolta differenziata. In sintesi questi dati mettono in evidenza che il problema sta nella gestione messa in atto dall’amministrazione Surdi.

Le domande dell’UDC Alcamo al Sindaco Surdi sulla raccolta differenziata e la sua gestione

1) Quali sono le motivazioni vere del mal funzionamento del servizio atteso che ad oggi continua la raccolta insieme di organico ed R.S.U. che, a nostro avviso, contribuisce a far abbassare notevolmente la percentuale della differenziata;

2) Quali sono le decisioni che questa Amministrazione intende adottare per far tornare il nostro territorio al decoro che i cittadini alcamesi meritano ed al fine di raggiungere le percentuali del passato superiori al 60%, per attestarsi al 65% come prevede la vigente normativa.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Eden 3”, sono diciannove gli indagati
Articolo successivoStudenti siciliani e sardi a Bruxelles rispondono all’appello dell’eurodeputato Ignazio Corrao
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.