Che la Finanziaria regionale arrivi in tempo

691

Tutte le azioni dell’Assessore per l’Economia, nonché vicepresidente della Regione Sicilia, Gaetano Armao, farebbero presupporre una prossima finanziaria in “tempi record”

Un beneficio, dal punto di vista programmatico, per la Sicilia se i documenti economici della Regione Sicilia arrivassero in tempi utili o almeno ottimali per la programmazione, a questo sembra tendere l’azione posta dal vicepresidente Armao, che si è sostanziata in una circolare, indirizzata ai dipartimenti regionali interessati, che detta i tempi e la via maestra per inviare alla Ragioneria generale le rispettive proposte di spesa da inserire nel cosiddetto bozzone necessario alla predisposizione dei disegni di legge di Bilancio per il triennio 2019-2021, legge di Stabilità e Collegato alla Finanziaria.

Termine ultimo le 10 di lunedì 8 ottobre, quando i dipartimenti regionali dovranno inviare alla Ragioneria, secondo quanto scritto nella circolare, “le loro proposte, complete degli allegati, affinché la Giunta regionale possa procedere all’approvazione dei documenti finanziari, per poi trasmetterli all’Assemblea regionale siciliana entro il 31 ottobre”.

Non un tour de force, ma la normalità, che però investe una Regione che non è mai stata puntuale in questo ambito, per varie ragioni, quindi con questa iniziativa si dovrebbe far arrivare in aula, per la votazione, una documentazione ben redatta e con particolari “facile da vagliare e mandare in porto”.

Tecnicamente, ha spiegato Armao, all’Assemblea Regionale Siciliana ci sarà, come consuetudine, un’apposita sessione parlamentare di 45 giorni, che dovrà concludersi entro il 31 dicembre, “a decorrere dall’effettiva distribuzione del testo del disegno di legge e delle tabelle allegate. Durante la sessione di bilancio, in Aula viene sospesa ogni attività concernente l’esame degli altri testi di legge che comportino nuove o maggiori spese o diminuzione di entrate”.

Una scadenza giusta che avrebbe degli effetti benefici dal punto di vista organizzativo e programmatico, ma sarà necessario poi vedere se i contenuti saranno all’altezza  per essere un vero volano per la Sicilia.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBeni per oltre 150 milioni di euro sequestrati all’editore Mario Ciancio Sanfilippo
Articolo successivo“Aiuto è crollato il mondo e non ho fatto in tempo a spostarmi: dove sono i pezzi?”
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.