Castellammare del Golfo: In Consiglio arriva il caso “Tonnara di Scopello”

1809

palazzo crociferi castellammareCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Arriva in Consiglio Comunale il Caso Tonnara di Scopello. La spinosa questione sarà discussa nel consiglio comunale convocato per domani 18 novembre 2016 alle ore 18:30 presso l’aula consiliare di Palazzo Crociferi. Il caso Tonnara ha già diviso la città e alcune associazioni locali hanno preso posizione nei giorni scorsi.

In consiglio si discuterà sulla possibilità di fare o meno ricorso al C.G.A. (Consiglio di Giustizia Amministrativa) in merito alla sentenza del TAR Sicilia Palermo Sez. I n. 2211/16 e n. 2212/16 che lo scorso 20 settembre ha ritenuto inammissibile l’atto d’intervento del Comune di Castellammare del Golfo sulla “pubblica accessibilità all’area demaniale marittima e per la libera e gratuita fruizione del mare, nelle baie antistanti i faraglioni e l’ex Tonnara di Scopello”, accogliendo quindi il ricorso presentato dai proprietari.

A favore del ricorso al C.G.A. si sono già espressi il “Coordinamento Mare libero di Scopello” e la deputata regionale alcamese del M5S Valentina Palmeri.Tonnara_di_Scopello

Invece, sul fronte opposto, arriva la richiesta di “un progetto di sviluppo turistico condiviso” da parte dell’associazione Albergatori di Castellammare e Scopello.

Una questione che da anni divide il paese e che nel tempo ha creato spaccature dentro e fuori Palazzo Crociferi. Spaccature che, tra le altre motivazioni, portarono all’approvazione della censura politica nei confronti del Presidente del Consiglio Comunale Domenico Bucca.

Oltre alla questione Tonnara di Scopello saranno discussi anche i seguenti argomenti: Stato dei Servizi Sociali; Viabilità e nomina dei nuovi membri delle commissioni a seguito delle dimissioni dei consiglieri Labita e Cruciata.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl gruppo consiliare del PD alcamese interviene su Ufficio Legale e copertura assicurativa del Comune
Articolo successivoMalore a bordo di una nave da crociera, interviene la Guardia Costiera
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.