Approvata convenzione ad Alcamo tra Comune e associazioni di volontariato per monitorare il territorio a rischio idrogeologico

1674

FranaALCAMO –  Il Comune di Alcamo ha approvato in data 21 Maggio scorso lo schema di convenzione con le Associazioni di Volontariato di Protezione Civile comunale per il monitoraggio del territorio a rischio idrogeologico.

Le associazioni coinvolte sono: Pubblica Assistenza Soccorso Alcamo –ANPAS; Croce Rossa Comitato Locale di Alcamo; Volontari E.R.A. “European Radioamateurs Association” Sez. Provinciale di Trapani; Associazione Nazionale Volontari “Polizia Costiera Ausiliaria”; Associazione Fire Rescue Alcamo; Organizzazione Europea Vigili del Fuoco Volontari di Protezione Civile; Associazione Arma Aeronautica Nucleo di Alcamo che si impegnano, per l’anno in corso, in particolare tra i mesi da gennaio ad aprile e da settembre a dicembre, ad effettuare i monitoraggi, sempre che, per motivi legati a improvvise emergenze, non venga disposto diversamente.

Al riguardo, si rammenta che l’Ente è dotato del “Piano di individuazione dei rischi idrogeologici presenti nel Comune e del Piano Comunale di Protezione Civile” e che riceve periodicamente i bollettini meteo della SORIS (Sala Operativa Regionale Integrata Siciliana) del D.R.P.C. (Dipartimento Regionale della Protezione Civile), dove vengono indicati le fasi di allertamento e gli avvisi specifici per le aree del territorio regionale in caso di avverse  condizioni meteorologiche.

Detta convenzione con le associazioni è necessaria poiché il Comune non ha nel proprio organico professionalità e mezzi idonei per sopperire alle necessità del caso, considerato che per effettuare gli interventi di monitoraggio è necessario il personale che abbia conoscenza del territorio, in particolare della viabilità urbana ed extra urbana e dei percorsi fluviali in esso ricadenti.

La somma prevista, sulla base delle disponibilità economiche attuali per i monitoraggi per rischio idrogeologico è di €.7.000,00; ad ogni Associazione può essere corrisposta una somma non superiore ad €. 1.000,00; e i monitoraggi vengono effettuati su richiesta del Responsabile del Servizio di Protezione Civile e/o su richiesta dell’Ufficio.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDenunciate sette persone tra Alcamo e Castellammare del Golfo
Articolo successivoCambiamenti solleva la questione dell’inefficienza comunale sulle attività turistiche a Castellammare