Melodia: pronto a far spazio a nuovi assessori

1048

ALCAMO. Il consiglio comunale si è ritrovato ieri sera a parlare nuovamente della Movida Alcamese a seguito di un’interrogazione del consigliere comunale Caldarella.

In risposta al consigliere è intervenuto direttamente l’assessore Melodia, il quale non intende passare per “l’assessore alla movida”  ma vuole strenuamente difendere una situazione che sarebbe vantaggiosa economicamente per Alcamo. Egli ha, infatti, sottolineato che i locali lavorano nel rispetto delle norme e dei regolamenti a cui sono sottoposti, ma allo stesso tempo come assessore non vuole essere cieco e sordo di fronte alle richieste dei cittadini che subiscono una situazione di disagio a causa dell’inciviltà di alcuni personaggi della movida, soprattutto in termini di schiamazzi e pulizia.

Proprio per tali motivi Melodia avrebbe chiesto alla squadra assessoriale di intevenire congiuntamente anche laddove forze dell’ordine e altre istituzioni non riescono ad essere incisive.  Questo nella consapevolezza che ogni assessore ha in tale argomento un’ importante delega che può essere utile mettere in campo per trattare al meglio tale situazione da tutti i punti di vista.  Un percorso è quello educativo, entrare nei canali scolastici per diffondere una cultura della responsabilità e di un’ etica del divertimento. Un altro è quello della maggiore regolamentazione della musica e della somministrazione degli alcolici. Altrettanto è stato fatto presso gli assessorati competenti per intensificare la presenza delle forze dell’ordine e quella degli organi di pulizia per garantire un certo decoro già dalle prime ore del mattino della domenica.

Continuando il suo intervento in merito al piano triennale delle opere pubbliche, Melodia ha ribadito il suo interesse a fare il bene di Alcamo da servitore e non da persona al di sopra dei cittadini. Per tale motivo si è scusato se ha fatto degli errori specificando che ha accettato l’incarico solo perchè interessato a fare il bene del Comune e non per fini personalistici o politici. Dopo aver elencato tutte le opere previste e le relative manutenzioni Massimo Melodia ha fatto presente che era pronto a dimettersi dopo aver avuto notizia dell’azzeramento di giunta che Bonventre aveva deciso. Il Sindaco ha chiesto, tuttavia, di aspettare che il discorso politico sia terminato e pertanto egli stesso ha deciso di continuare per senso di responsibilità e non per attaccamento alla poltrona, che si augura di lasciare quanto prima per lasciare il posto alla nuova squadra.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteVerde pubblico e bici elettriche: a che punto i lavori amministrativi?
Articolo successivoArrivano le Zone Franche Urbane, il commento di Confindustria Trapani
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.