Protesta di Green Peace contro le trivellazioni in Sicilia

729

Green Peace, che ci ha abituato a azioni sempre originali e di grande impatto, è sbarcata anche in Sicilia. Gli attivisti di  Greenpeace hanno aperto uno striscione galleggiante con la scritta: “Meglio l’oro blu dell’oro nero”. Tutto questo davanti la piattaforma Vega-A, che opera su concessione dell’Edison-Eni, e si trova di fronte alla costa meridionale  della Sicilia, al largo di Pozzallo. Un altro striscione è stato esposto con la scritta “No alle  trivelle nel Canale di Sicilia”. L’azione di Green Peace ha scatenato un dibattito che messo ancora di più in evidenza la netta contrarietà dei siciliani, e non solo, alle trivellazioni nei “mari siciliani”.

A tutti è evidente l’assurdità delle trivellazioni vicino alle coste siciliane, perché per esempio rischierebbero di distruggere paesaggi paradisiaci e la parte predominante dell’economia siciliana, cioé il turismo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’Alcamo tra le favorite per la vittoria del campionato
Articolo successivoFermo biologico per la pesca
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.