La manovra massacro per i siciliani

564

“Una mazzata per i siciliani e per il sud” così il presidente della regione Raffaele Lombardo ha definito la manovra di risanamento del bilancio nazionale voluta da Tremonti. “La manovra da 47 mld – ha proseguito Lombardo – dispiegherà effetti micidiali su bilanci della Regione, delle province regionali e dei comuni che verranno letteralmente falcidiati rendendo arduo il risanamento che stiamo portando avanti tra mille difficoltà”. La manovra prevede che comuni e provincie siciliane rinuncino nel 2013-2014 a 3,5 mld di euro di trasferimenti perequativi, ai quali si aggiungono gli obblighi di miglioramento del saldo fra entrate e uscite per la Regione che ammontano a 2 mld di euro. Un vero e propio massacro per il quale il governatore chiede un immediata mobilitazione di tutti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTorna l’Opera dei Pupi al Castello dei Conti di Modica
Articolo successivoAlcamo, arresto per tentato furto