Tonnara di Scopello, il grido d’allarme del Sindaco Coppola: “La chiusura un danno per tutto il territorio”

Pubblicato: giovedì, 26 aprile 2018
Vota l\'articolo
0
Vota l\'articolo
1

Accesso negato e turisti delusi

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. “La Tonnara di Scopello è chiusa fino a nuovo ordine”. È questo quello che ci siamo sentiti dire all’ingresso della famosissima Tonnara di Scopello, il sito che ha affascinato (e affascina ancora) registri, scrittori e migliaia di turisti. La struttura, come riportato dal nostro giornale questa mattina, è infatti chiusa a causa di vicende interne, quelle legate alla causa in corso tra i soci che va avanti da circa un anno.

“Purtroppo l’accesso è vietato, mi dispiace” – spiega un guardiano all’ingresso ai tanti turisti che sperano di ammirare le bellezze del posto. Tra quei turisti anche noi abbiamo provato ad accedere e a chiedere informazioni. Ma niente. Il ragazzo spiega a tutti che resterà chiusa fino a nuovo ordine. L’ordine dovrebbe arrivare dal giudice che ha in mano la vicenda. È già stato pubblicato un primo bando di affidamento temporaneo, ma non ha portato a una soluzione. Adesso si attende un altro bando. Intanto l’accesso resta vietato e i turisti vanno via delusi: “Ma è una cosa davvero surreale, su internet non abbiamo letto niente in merito alla chiusura, noi siamo venuti qui proprio per la Tonnara” – commenta un turista mentre si allontana.

Anche il Sindaco Nicolò Coppola raggiunto da noi commenta amareggiato: “Si tratta di un fatto grave, la chiusura della Tonnara di Scopello è un danno per la città ma soprattutto per le attività ricettive della zona. Ho già chiesto un incontro con il giudice che sta seguendo la vicenda. Questo fatto in parte ci dice che non avevamo torto su alcune cose che non andavano. Oggi però la priorità è riaprire quello che rappresenta un simbolo per l’intera città, per questo chiederemo che sia di nuovo fruibile, anche come prima, perché in questo modo si sta vietando anche l’accesso al mare. Stiamo parlando di un immobile chiuso e, a prescindere dai ricorsi e dai processi in corso, non può restare inaccessibile”.

Una situazione, quindi, che appare molto complicata e che stenta a trovare una soluzione nel breve termine. Resta il fatto che, a pagamento o non, la Tonnara dovrebbe essere riaperta, lo chiedono i cittadini, i turisti e gli albergatori della zona.

Letto 3521 volte.
1 Commento
Dì la tua
  1. Nadir ha detto:

    È davvero inverosimile che il sindaco Coppola si accorga solo ora in scadenza del mandato in quale stato di degrado versi Scopello ! Percorro oramai da diverso tempo le zone e debbo riscontrare che esiste un abbandono allarmante : sterpaglie dappertutto pericolosità delle strade con segnaletica obsoleta o mancante soprattutto a Guidaloca per non parlare dei cassonetti per rifiuti in “bellavista” come cartello di benvenuto per i turisti ! Ritengo che chi è preposto alla guida di un consenso civico debba contribuire a migliorare la qualità della vita e soprattutto dei servizi per i propri cittadini e ospiti che usufruiscono dei luoghi non solo del centro di Castellammare!

Clicca QUI per lasciare un commento o usa il social plugin di Facebook

XHTML: Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>