“Caro bollette”, l’Ente bilaterale artigianato Sicilia istituisce un contributo straordinario per i propri iscritti

522

“Caro bollette”, l’Ente bilaterale artigianato Sicilia istituisce un contributo straordinario per i propri iscritti. Da oggi è possibile inoltrare le richieste recandosi agli sportelli Ebas della Cgil

Un contributo straordinario per aiutare le famiglie e le imprese pressate dal rincaro dell’energia.
Si chiama “Caro Bollette” il contributo straordinario che l’Ebas, l’Ente bilaterale artigianato Sicilia, ha previsto per i lavoratori e le imprese artigiane iscritte all’Ente.
Imprese e lavoratori dei settori dell’alimentazione, dell’arte, delle autoriparazioni, del benessere, dell’edilizia, della comunicazione, del legno e arredo, della meccanica, della moda, dei servizi e del terziario potranno usufruire di un contributo che ammonta da 250 a 400 euro per i lavoratori artigiani e fino a 1000 euro per le imprese.
“Questo contributo straordinario – dice Anselmo Gandolfo, responsabile provinciale del Mercato del lavoro della Cgil – rappresenta un aiuto concreto per le lavoratrici, per i lavoratori e per le attività artigiane in crisi a causa dell’aumento del costo dell’elettricità e del gas. È arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti per scongiurare la chiusura di molte attività e l’impoverimento delle famiglie”.
In particolare, per i lavoratori con nuclei familiari fino a tre componenti è previsto un contributo di 250 euro, mentre per le famiglie con 4 o più componenti il contributo sale a 400 euro.
Le imprese potranno, invece, usufruire di un sostegno economico fino a 1000 euro.
Per inoltrare la domanda occorrono il documento di riconoscimento, la busta paga, l’ultima bolletta quietanzata del 2022 e lo stato di famiglia per i lavoratori e le ultime tre bollette quietanzate di luce e di gas dell’anno 2022 per le imprese.
Per compilare la domanda e accedere al contributo ci si può recare agli sportelli Ebas nelle sedi della Cgil di Trapani e del territorio: a Trapani in via Garibaldi 77 e a Castelvetrano, in via Garibaldi 44, con operatività il martedì, il giovedì e il venerdì dalle 16,30 alle 19, ad Alcamo in via Torquato Tasso 23, con apertura il mercoledì dalle 17 alle 19, a Mazara del Vallo, in via Gian Giacomo Adria 32, e a Strasatti di Marsala in piazza Fiera, con apertura il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 16,30 alle 19.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePaceco, si rifanno gli argini del torrente Verderame
Articolo successivoTrapani. Solenne cerimonia pubblica per il Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate