A Trapani i ciclisti del tour ‘Per…corri la pace”.

386

Fanno tappa oggi pomeriggio a Trapani i ciclisti del tour ‘Per…corri la pace”. È un progetto promosso nel 2011 dalle Acli bresciane che vede protagonisti un nutrito gruppo di ciclisti percorrere le strade d’Europa non per compiere un’impresa, ma per lanciare e raccogliere messaggi di pace.
Dopo aver raggiunto negli scorsi anni Assisi, Ginevra, Sarajevo, Monaco, S. Maria di Leuca, Strasburgo, Firenze, Roma, Vienna, i luoghi delle province di Brescia e Bergamo più colpiti dalla pandemia, Torino e la val di Susa; dall’8 al 12 settembre per…corri la pace è giunto in Sicilia. Hanno percorso le strade siciliane a 30 anni dalle stragi di Capaci e di via D’Amelio e a 40 anni degli omicidi di Carlo Alberto Dalla Chiesa e Pio La Torre per riflettere intorno ai temi della legalità, della lotta alle mafie, alla corruzione, ai fenomeni di criminalità e durante il loro percorso hanno incontrato non solo chi si impegna “contro”, ma anche chi lavora “per”: per la giustizia sociale, per la ricerca di verità, per la tutela dei diritti, per una politica trasparente. Un bel gruppo di 80 ciclisti ai quali si aggiungono alcuni accompagnatori per il supporto logistico (in totale 88 persone).
Il gruppo è stato a Capaci, Monreale, in via d’Amelio a Palermo, a Portella della Ginestra, oggi pomeriggio, dopo essere stati a Mazara dice hanno incontrato i pescatori imprigionati in Libia nel 2020 l’arrivo a Trapani e l’incontro con gli attivisti di Libera.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDistrugge auto in sosta e aggredisce i carabinieri a San Vito Lo Capo: arrestato dai carabinieri
Articolo successivoCaterina Chinnici sull’appello dei vescovi siciliani: questione morale condizione essenziale di buona politica