Bimba morta: Procura, da madre troppi non ricordo al Gip

647

Giudice si è riservato decisione su ordinanza cautelare

Martina Patti, 23 anni, la madre di Elena la bimba trovata morta, esce con la madre dalla caserma dei carabinieri a Mascalucia, Catania, 14 giugno 2022.
ANSA/Orietta Scardino

PALERMO. Martina Patti, nell’interrogatorio di garanzia davanti al Gip, ha confermato di avere ucciso la figlia Elena di 5 anni da sola nel luogo dove è stata trovata, “accompagnando la sua ricostruzione con molti non ricordo sulla dinamica che sembrano pretestuosi”.

E’, secondo quanto si apprende, la valutazione della Procura di Catania dell’udienza di convalida del fermo della donna per omicidio premeditato pluriaggravato e occultamento di cadavere.

Il Gip Daniela Monaco Crea si è riservata la decisione sia sulla convalida del fermo sia sull’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti della donna. La decisione dovrà essere depositata entro domani. (ANSA).

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’associazione “finestre sul mondo” presenta sé stessa e le attività che intende svolgere
Articolo successivoGrossa vite in testa mentre lavora, muore nel Nisseno