Mafia: truffa falsi braccianti a Inps, arresti nel Catanese

470

Inchiesta della Dda, Polizia esegue ordinanza per 12 ad Adrano

CATANIA. La Polizia di Catania ha eseguito, su delega della Dda della Procura etnea, un’ordinanza cautelare nei confronti di 12 persone accusate, a vario titolo, di associazione mafiosa, associazione per delinquere con l’aggravante di aver favorito un clan mafioso finalizzata alle truffe aggravate ai danni dello Stato e ai falsi ideologici, truffe e falsi.

In particolare, sono stati arrestati e condotti in carcere tre degli indagati indiziati di essere associati al clan mafioso Santangelo-Taccuni, operante prevalentemente ad Adrano e costituente un’articolazione territoriale della cosca Santapaola-Ercolano.

Il presunto sodalizio criminale, come emerso dalle indagini della Squadra Mobile di Catania e del Commissariato di Adrano, era dedito secondo le accuse ad organizzare, mediante falsa documentazione, truffe ai danni dell’Inps per fare conseguire benefici ed indennità a numerosissimi soggetti che, contrariamente al vero, venivano fatti risultare braccianti agricoli. I particolari dell’operazione verranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà alle 11 nella sala riunioni del X Reparto mobile di Catania. (ANSA).
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteA Lampedusa recuperati 384 migranti su barcone
Articolo successivoMafia: Cartabia, da cratere Capaci Repubblica si è rialzata