Anche Amazon sceglie Castellammare, a Balata si gira “The Bad Guy” con Luigi Lo Cascio

5649

“Amazon Prime” sceglie Castellammare per girare alcune scene della nuova serie tutta italiana “The Bad Guy”

Foto: Paolo Ciriello / Indigo Film / Amazon Studios

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Continua ad essere l’anno d’oro per il la città di Castellammare del Golfo sul piano della promozione territoriale. La città continua ad essere protagonista del piccolo e grande schermo. È stata infatti confermata la presenza sul territorio della produzione di “Amazon Prime” per girare alcune scene della nuova serie tutta italiana “The Bad Guy”. In contemporanea con altre produzioni nazionali e internazionali, la produzione di Amazon sarà impegnata nella frazione di Balata di Baida e al castello per le riprese di alcune scene della serie tv. Le riprese, in programma già da oggi fino al 14 ottobre, sono state rimandate a causa del maltempo.

La produzione sarà la Indigo Film e resa disponibile nel 2022, in esclusiva su Prime Video in oltre 240 Paesi nel mondo.

Mentre sono ancora in corso in città le riprese (previste fino al 16 ottobre) del film “Un Mondo Sotto Social” per la regia del duo comico “I Soldi Spicci” Annandrea Vitrano e Claudio Casisa, prodotto da Attilio De Razza che sarà distribuito nel 2022 da Medusa. Stanno per partire anche quelle del quinto capitolo della saga di Indiana Jones con Harrison Ford, prodotto dalla Walt Disney, ambientato nel 1969 ed in uscita nelle sale cinematografiche a luglio 2022.

La trama

Nei panni del pubblico ministero Nino Scotellaro ci sarà Luigi Lo Cascio, già protagonista nel film “Il traditore” e “I cento Passi”. Sarà affiancato da Claudia Pandolfi, la Luvi in questa nuova serie tutta italiana.

“The Bad Guy” è scritta da Ludovica RampoldiDavide Serino e Giuseppe G. Stasi e diretta da Giancarlo Fontana con lo stesso Stasi.

“The Bad Guy”, come si apprende da popcorntv.it, è una commedia dark che vuole raccontare l’incredibile storia di Nino Scotellaro, un pubblico ministero siciliano. Nino ha dedicato tutta la sua vita a combattere la mafia. Improvvisamente Scotellaro viene accusato di essere lui stesso un mafioso.

Sconta la pena e poiché non ha davvero più nulla da perdere vuole mettere in atto un machiavellico piano di vendetta contro il sistema. Insomma da solido pubblico ministero amante della giustizia e dei valori etici, Scotellaro diventa “un cattivo ragazzo”.

“Onorati della scelta da parte di tutte le produzioni cinematografiche, italiane ed estere, che ci auguriamo possano fare da richiamo per il cine turismo facendo conoscere e inducendo alla curiosità per le nostre bellezze mostrate sul piccolo e grande schermo. I set saranno blindati -spiegano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore alla Cultura e Turismo Maria Tesè- e ci saranno alcuni disagi poiché alcune zone della città saranno completamente chiuse per consentire le riprese ma siamo certi che i nostri concittadini comprendono l’importanza che ha per Castellammare questa produzione internazionale così come le altre che ci hanno scelti confermando la nostra città come location ideale per più tipologie e generi di film e fiction nazionali ed estere. Ringraziamo quanti stanno collaborando con le produzioni”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIndiana Jones sbarca a Castellammare, la città si trasforma in un set a cielo aperto
Articolo successivoBosco: “Soddisfatta del risultato personale, ma qualcuno non è stato fedele” (Intervista)
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.