Lombardo (Facciamo ECO): “Situazione delle infrastrutture del consorzio di bonifica? Assolutamente disastrosa”

375
“Ieri sono stato in giro per le campagne di Partinico (PA) insieme ai volontari del comitato Invaso Poma per verificare con i miei occhi la situazione delle infrastrutture del consorzio di bonifica.
Come si può vedere dalle foto, la situazione è assolutamente disastrosa, chiunque può aprire e accedere ai pozzetti di manovra, nessuna protezione, nessun segnale di pericolo”. Così il Deputato nazionale di Facciamo Eco e continua:
“Senza prolungarmi troppo nella descrizione e senza alcun timore di smentita, la situazione è semplicemente riassumibile in poche parole: TOTALE ABBANDONO!
Due anni fa avevo fatto una visita analoga nelle campagne di Mazara del Vallo (TP) dove lo stato dei luoghi era altrettanto drammatico (shorturl.at/tNOZ5).
I consorzi di bonifica siciliani si trovano in uno stato di totale degrado e abbandono, causati da decenni di cattiva gestione.
La responsabilità principale è senza dubbio della classe politica siciliana, con la sua infinita smania di potere, per detenere il controllo assoluto nelle proprie mani ha finito per distruggere una infrastruttura strategica e fondamentale per l’agricoltura siciliana.
L’amministrazione dei consorzi deve ritornare ai contadini, occorre dare una governance democratica, eletta e legittimata dagli associati, così come previsto dalla legge.
Non è possibile continuare con la stagione dei commissari, che ha prodotto i risultati che oggi commentiamo.
Infine, invito l’Assessore Regionale competente e il Direttore Generale a fare un sopralluogo nelle campagne, in modo da verificare di persona lo stato dei luoghi.
Non si tratta di una provocazione, si tratta di un grido d’aiuto che proviene dagli agricoltori che non riescono più ad irrigare le loro terre.
Qual è l’obiettivo del governo siciliano, fare morire l’agricoltura?”.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAlcamo: il Maca fra i musei italiani vincitori del bando del ministero dei beni culturali
Articolo successivoIl Festival Dionisiache di Segesta fa tappa a Salemi. Giovedì 5 agosto ‘Anfitrione’ di Plauto