Il Festival Dionisiache di Segesta fa tappa a Salemi. Giovedì 5 agosto ‘Anfitrione’ di Plauto

451

SALEMI. Il Festival Dionisiache di Segesta fa tappa a Salemi. Grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Domenico Venuti, la rassegna teatrale trapanese organizzata dal Parco archeologico di Segesta, diretto da Rossella Giglio, sbarcherà giovedì 5 agosto in piazza Alicia: in programma la commedia ‘Anfitrione’, del commediografo romano Plauto, con adattamento e regia di Livio Galassi. Sul palco saliranno Debora Caprioglio, Franco Oppini, Giorgia Guerra, Lorenzo Venturini e Federico Nelli, con musiche di Luciano Francisci e scenografia di Giovanni Nardi. Lo spettacolo si aggiunge al cartellone ‘Salemi dEstate’, messo a punto dall’assessorato al Turismo del Comune di Salemi. “Anche quest’anno si ripropone un connubio felice tra la nostra città e il Festival diffuso Dionisiache – affermano il sindaco di Salemi, Domenico Venuti, e l’assessore alle Culture, Vito Scalisi -. Ancora una volta Salemi, con il fascino di piazza Alicia, si propone come location ideale per spettacoli di qualità”.
La capienza prevista per la rappresentazione di giovedì sera è di circa duecento posti a sedere. Per tutte le informazioni sono a disposizione i numeri del Parco archeologico di Segesta: 09241912533; 0924952356; 3889590892. Le prenotazioni dei biglietti si potranno effettuare ai numeri 3889590892 (whatsapp) e 3288663774, oltre che attraverso l’indirizzo e-mail prenotazioni@dionisiache.it. A disposizione anche i siti www.parcodisegesta.comwww.dionisiache.it e www.vivaticket.com. Informazioni e prenotazioni anche attraverso la Pro Loco di Salemi ai numeri 0924981426 e 3291007776, e con l’indirizzo e-mail prolocosalemi@prolocosalemi.it.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLombardo (Facciamo ECO): “Situazione delle infrastrutture del consorzio di bonifica? Assolutamente disastrosa”
Articolo successivoScuola, sicurezza e disagio economico. Cgil, Cisl e Uil Trapani tornano a sollecitare incontro con la Prefetta