Lo IACP in campo per interventi di risanamento edilizio attraverso il cosiddetto superbonus

204

“Lo Iacp di Trapani taglia un nuovo traguardo”. Lo dice il presidente dell’ente, avv. Vincenzo Scontrino che spiega anche le ragioni: “Ci apprestiamo ad occuparci di interventi di risanamento edilizio attraverso il cosiddetto superbonus. Come Iacp siamo protagonisti del comparto edilizio e abbiamo perciò perfetta consapevolezza della crisi sofferta dal settore, in diversi modi stiamo sviluppando nuove progettualità, l’ultima delle sfide è quella di ricorrere all’incentivo fiscale per realizzare interventi in tre edifici di Trapani, 70 appartamenti in tutto, per una spesa di poco superiore ai 5 milioni di euro”.

Nella giornata di oggi, 25 Giugno, è stato pubblicato sulla Gazzetta della Regione Sicilia l’avviso con il quale si pubblicizza il bando di gara il cui termine è fissato per il 1 agosto 2021. Entro questa data le imprese interessate dovranno fare pervenire la manifestazione di interesse. In una seconda fase l’Iacp procederà ad una scrematura, per arrivare a sviluppare il cosiddetto dialogo competitivo con 4 imprese che successivamente procederanno a formulare l’offerta finale innanzi l’Urega. Come avviene già da qualche tempo l’Iacp per gli adempimenti preliminari e di gara utilizza la piattaforma telematica raggiungibile attraverso la home page del proprio sito web.

“Come Iacp – prosegue Scontrino – esordiamo anche in una forma di gara del tutto nuova, il dialogo competitivo. Dialogheremo con le 4 imprese che verranno individuate seguendo le indicazioni della norma sugli appalti sul tipo di intervento da attuare e rispetto all’elaborato finale le imprese presenteranno l’offerta nella sede preposta che è l’ufficio regionale degli appalti. Penso – dice ancora il presidente Iacp – che in assenza di intoppi entro il mese di novembre 2021 potremmo avere chiuso la procedura di gara, senza tutta tralasciare di valutare ulteriori opzioni progettuali più snelle che possano essere poù performanti in ordine agli interventi da realizzare”.

L’utilizzo del cosiddetto superbonus è stato localizzato negli edifici popolari di Trapani siti nelle vie De Santis lotto 14 – Viale Marche lotto 12 – Via Sammartano lotto 13 -: “Sono contento di come oggi l’ente si pone in modo rilevante sullo scenario degli interventi infrastrutturali in Sicilia, voglio evidenziare che in questo caso parliamo di un intervento in 70 alloggi popolari che ha come finalità la tutela ambientale, l’abbattimento del rischio sismico ed il risparmio energetico. Non è escluso che in caso di conferma del beneficio nel prossimo futuro si possa estendere questo genere di intervento edilizio anche su altre nostre proprietà, considerato che il ricorso al superbonus è consentito solo per immobili che hanno precise caratteristiche tecniche e catastali”-

“Come Cda ci siamo insediati da pochi mesi – prosegue Scontrino – e dobbiamo riconoscere di aver trovato un ente sano ed efficiente, stiamo cercando di rinforzare il settore tecnico, puntiamo a realizzare progettazioni straordinarie per consegnare migliore vivibilità ai nostri assegnatari. Puntiamo a garantire benessere”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Non sono il profitto della corruzione”, dissequestrati e restituiti ai Morace beni per oltre 10 milioni
Articolo successivoTrapani. Sfruttamento della prostituzione. 2 arresti dei Carabinieri