Anche Castellammare ricorda Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. “Rinnovata richiesta per intitolazione strada”

1198

Due anni fa la richiesta di intitolazione di una strada alla giornalista Ilaria Alpi, ad oggi ancora nessuna risposta. Reiterata la richiesta a 27 anni dall’omicidio

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il 20 marzo 1994 Ilaria Alpi e Miran Hrovatin vengono brutalmente assassinati a Mogadiscio, in Somalia. Sono trascorsi 27 anni e nonostante i processi e l’impegno di famiglie, associazioni e comuni cittadini, la verità sui reali motivi del duplice omicidio e sui responsabili, tarda ad arrivare. Ilaria e Miran dopo 27 anni attendono ancora verità e giustizia.

Anche la città di Castellammare del Golfo ieri ha ricordato la giornalista del TG3 Ilaria Alpi e il cineoperatore Miran Hrovatin, a 27 anni dalla loro scomparsa avvenuta a Mogadiscio il 20 marzo 1994. A Castellammare infatti due anni fa è stato realizzato un murale in occasione del Festival Contaminazioni, dedicato proprio ai due giornalisti uccisi in Somalia, e realizzato da alcuni studenti delle scuole castellammaresi nel laboratorio didattico a cura di Arianna Maggio e Adriana La Porta. Il murale è nato da un progetto tutto al femminile, dopo la lettura di un libro-biografia su Ilaria Alpi. Intanto nei giorni scorsi è stata lanciata anche una petizione online per chiedere, ancora una volta, l’intitolazione di dieci strade a dieci donne, tra queste la giornalista del TG3. “Riteniamo che l’impegno e il coraggio di questa giornalista, – affermano dal Coordinamento “Donne in Movimento” – vittima di un agguato dai contorni ancora poco chiari, vadano ricordati e onorati non solo attraverso il murales a lei già dedicato nel 2019, ma anche con l’intitolazione di una strada cittadina”.

Oggi, a distanza di 27 anni, ancora troppi dubbi e misteri avvolgono questo duplice omicidio. In occasione dell’8 marzo scorso, festa della donna, le volontarie del gruppo “donne in movimento” hanno chiesto all’Amministrazione Comunale e alla Commissione Toponomastica di intitolare alcune strade della città a dieci donne, oltre a reiterare la richiesta già avanzata due anni fa per l’intitolazione di una strada alla giornalista Ilaria Alpi. A distanza di due anni dalla richiesta avanzata, si attende ancora una risposta dal parte del Comune.

Oggi, 21 marzo, i loro nomi sono stati letti in tutta Italia insieme a tutte le altre vittime innocenti di mafia e delle stragi in occasione della “XXVI Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” promossa da Libera.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIstituto “Allmayer” tra affitti, acquisto immobile e discussioni politiche VIDEO
Articolo successivo“Giornata della memoria e dell’impegno”. Nomi illustri e non, vittime delle mafie VIDEO
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.