Carcere di Trapani. La UIL scrive a Petralia: ”Servono rinforzi”

625

“Trapani è un istituto penitenziario di primo livello, dunque ha necessità delle risorse umane che consentano il mantenimento dell’ordine e della disciplina e del trattamento quindi abbiamo chiesto aiuto al Capo del Dipartimento Bernando Petralia.”

Queste la parole del Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria Sicilia Gioacchino Veneziano dopo la lettera che ha inviato oggi al Provveditore Regionale Cinzia Calandrino, e per conoscenza al Capo della Polizia Penitenziaria Bernardo Petralia e al Direttore Generala del Personale Massimo Parisi.

“Abbiamo spulciato ai vertici dell’amministrazione penitenziaria i dati numerici attuali,- chiosa ancora il segretario UIL- ma pur con questa voragine di carenze il personale di Polizia del Pietro Cerulli non ha mai abbassato la guardia nel garantire, ordine sicurezza interna ed esterna, con brillanti operazioni di Polizia nell’individuare introduzione di sostanze stupefacenti e di telefoni cellulari,ed il regolare espletamento dei servizi di traduzione e piantonamento.”

“Il continuo – insiste Veneziano – aumento vertiginoso di aventi critici tra cui le aggressioni, i tentativi di suicidi, ed altre situazioni di grande stress con il poco personale disponibile, rende necessario interventi straordinari, tra cui in primis il rimpiazzo delle unità di Polizia Penitenziaria che attualmente svolgono compiti previsti dalla legge, tra cui le scorte a personalità del Ministero della Giustizia esposte a rischi.”

“E’ necessario – incalza il sindacalista – un ulteriore forte intervento a seguire, tra cui il rispetto almeno delle piante organiche previste dal DAP,che ad oggi risultano carenti di 50 unità, rispetto i posti di servizio che devono essere presidiati per scongiurare falle nel sistema sicurezza, ed evitare la compressione dei diritti ai lavoratori.”

“Come UILPA Polizia Penitenziaria – conclude il leader regionale della UIL di categoria – in occasione dell’incontro con il Capo della Polizia Penitenziaria e del Direttore Generale del Personale, abbiamo chiesto interventi urgenti per tutti gli istituti Siciliani, tra cui Trapani, anche l’individuazione immediata del Comandante del Reparto e del Comandante del Nucleo, posti resosi vacanti a seguito degli avvenuti pensionamenti.”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteI “professoroni” per la Liberty Lines
Articolo successivoSanità. Buono pasto o pausa obbligatoria per 2.800 lavoratori in provincia di Trapani