“ColtiviAmo l’inclusione”, presentazione del progetto a Castellammare del Golfo

563

Un progetto di inclusione sociale nato dalla collaborazione tra l’Associazione Castello Libero Ets, il Comune e gli uffici dei Servizi Sociali rivolto agli studenti della città e alle persone con disabilità psichica

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Verrà presentato domani al pubblico, sabato 13 febbraio alle ore 16, il progetto “ColtiviAmo l’inclusione” promosso dall’Associazione Castello Libero Ets e il Comune di Castellammare del Golfo. L’incontro avverrà in diretta sulla pagina Facebook dell’Associazione.

Il progetto, denominato “ColtiviAmo l’inclusione”, è stato portato avanti dall’Associazione Castello Libero Ets in collaborazione con il Comune di Castellammare del Golfo e gli Uffici dei servizi sociali. “Il progetto si pone quale obiettivo l’inclusione di persone con disabilità psichica nella vita della comunità locale e la scoperta e sviluppo delle competenze sociali nei giovani. – spiegano gli organizzatori – Le attività progettuali verranno svolte con il supporto degli uffici dei servizi sociali del comune di Castellammare del Golfo e dell’ I.I.I.S. Mattarella Dolci di Castellammare del Golfo, soggetti con cui si è instaurata una lunga e proficua collaborazione. Le attività si rivolgeranno, dunque, a due target di beneficiari: gli studenti dell’Istituto Mattarella Dolci e persone con disabilità psichica prese in carico dal SSR e dal Terzo Settore”.

Il progetto prevede l’individuazione di beneficiari diretti fino a 15 soggetti con disabilità psichica e 15 giovani dai 16 ai 35 anni presenti nel territorio di Castellammare del Golfo.

Tra gli scopi principali del progetto vi è quello “di far incontrare persone che difficilmente si troverebbero a trascorrere del tempo insieme, con ciò favorendo la conoscenza reciproca e l’inclusione sociale di giovani e persone con disabilità psichica.” Ed ancora “ la risorsa principale dove sviluppare queste relazioni è un bene confiscato alla mafia, trasformato in Centro Giovanile, dove poter sperimentare, lavorare, giocare, immaginare nuove azioni sociali che possono essere poi diffuse sul territorio.”

Il progetto è finanziato dalla  Regione Siciliana nell’ambito dell’Avviso pubblico per la selezione di progetti finanziati dalla regione Siciliana e dalla  Presidenza del consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale a valere sul “Fondo politiche Giovanili” anno 2018

Domani, sabato 13 febbraio 2021 alle ore 16:00, i responsabili dell’associazione Castello Libero ETS presenteranno il progetto al pubblico tramite evento pubblicato sulla propria pagina facebook.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteRimodulazione di deleghe, l’urbanistica va a Butera. Una decisione di non poco conto VIDEO
Articolo successivoIncidente in mare, due assoluzioni