“Salgono i contagi tra i Poliziotti Penitenziari”, la UIL si rivolge all’Assessore Razza

914

...abbiamo  circa 40 colleghi della Polizia Penitenziaria positivi in servizio nelle carceri siciliane, per questo che dobbiamo accelerare la sottoscrizione del protocollo sanitario condiviso tra Amministrazione Penitenziaria e Assessorato alla Salute per evitare che i penitenziari  diventino polveriere a causa del contagio da covid-19…

Con queste parole il Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria commenta il dato non allarmante ma sicuramente preoccupante dell’aumento dei contagi da covid-19 tra il personale di Polizia Penitenziaria.

…”…l’Assessore Ruggero Razza unitamente al Presidente Nello Musumeci e all’Assessore Toto Cordaro si è dimostrato attento alla Polizia Penitenziaria, quindi siamo certi – chiosa il sindacalista regionale della UIL di categoria – che sottoscriverà senza ulteriori ritardi il protocollo sanitario inviato dall’Amministrazione Penitenziaria Regionale per il tramite del Dirigente Generale Capo della Polizia Penitenziaria in Sicilia D.ssa Cinzia Calandrino, perché la mancanza di dirigenti medici nella Polizia Penitenziaria, sommato al vulnus  creato dallo scioglimento della Sanità Penitenziaria con il passaggio delle competenze alla Aziende Sanitaria Provinciali, ha di fatto lasciato sguarnito il personale di Polizia Penitenziaria di qualsiasi tutela sanitaria diretta…”…

…”…Noi siamo certi – continua – Veneziano- , che la situazione oggi è difficilissima  per questo che coniamo l’impostazione gestionale del Capo del Dipartimento Presidente Bernardo Petralia, è cioè che solo con la condivisione di un problema si potranno trovare le soluzioni, – quindi prosegue il rappresentante dei lavoratori della UIL – è necessario l’adozione per il tramite dell’Assessorato Regionale alla Salute, di interventi che circoscriveranno questo vuoto, individuando il personale sanitario specificatamente preposto all’adozione delle misure di prevenzione e contenimento del contagio da SARS COV 2,  per tutti i Poliziotti Penitenziari, e più in generale a tutti i lavoratori che operano nelle varie carceri siciliane e strutture ad esse collegate…”…

….”…in questa delicatissima di preoccupante propagazione del virus all’interno delle carceri, conclude il Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria della Sicilia – per evitare la diffusione di focolai ingestibili all’interno della carceri, che potrebbero riversarsi sull’ordine e la sicurezza pubblica, ritenere irrinunciabile l’attuazione di tutte le misure specifiche per prevenire e contenere qualsiasi focolaio di covid-19 tramite l’approvvigionamento di tamponi in tutte le strutture di pertinenza del Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria, tramite la fornitura del test diagnostico, la somministrazione dei test rapidi con finalità di screening e tutte le varie attività di monitoraggio periodico per i lavoratori delle carceri…”…

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFratel Biagio, miglioriamo la nostra società ora e dopo il virus VIDEO
Articolo successivoArticolo Uno: “Trapani e Calatafimi Segesta idonei a ricevere scorie radioattive solleva pesanti interrogativi”