Polizia Penitenziaria, ricordato a Favignana il sacrificio delll’Agente Giuseppe Barraco

514

FAVIGNANA. “Era il 21 dicembre 1991…il mare era in tempesta quella sera a Favignana e Giuseppe Barraco giovane Agente di Polizia Penitenziaria nocchiere motorista della motovedetta d’altura classe V.3 della locale Base Navale non esito libero dal servizio ad andare in quel limbo di molo per rinforzare le “cime” agli ormeggi, ma un’onda violenta lo scaraventò in mare e dopo due giorni di ricerche venne ritrovato privo di vita”. Con queste parole Gioacchino Veneziano Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria della Sicilia è intervenuto ieri mattina a Favignana in occasione del 29° anno dalla scomparsa  dell’Agente di Polizia Penitenziaria Giuseppe Barraco.

“Per me – dichiara Veneziano – è stato un dovere non solo come sindacalista, ma sopratutto come amico e collega, raccogliere il dolore della famiglia che ogni anno si vede quasi dimenticata, ma grazie al Sindaco di Favignana Francesco Forgione e dell’Assessore Vito Vaccaro, siamo riusciti a non mettere nell’oblio il ricordo del sacrificio di questo collega. Oggi – aggiunge Veneziano – la Base Navale a Favignana non c’è più, e l’imbarcazione dove era imbarcato Giuseppe a breve verrà disarmata, ma il ricordo non potrà mai morire, e noi abbiamo l’obbligo di non dimenticare i nostri caduti non solo per l’amministrazione e le giovani generazioni, ma sopratutto per i familiari che non devono sentirsi scordati. Questa piccola iniziativa – conclude il Segretario Generale della UIL di categoria in Sicilia- la considero l’inizio di un percorso che ho promesso di completare nella qualità di componete effettivo della Commissione Nazionale delle ricompense in quota UILPA Polizia Penitenziaria, unitamente al Capo del DAP Presidente Bernardo Petralia con il Vice Capo del Dap Consigliere Roberto, e le varie articolazioni del Dap, di intitolare una motovedetta della Polizia Penitenziaria all’Agente Giuseppe Barraco”.

Alla cerimonia hanno partecipato oltre il fratello di Giuseppe Barraco Massimo, anch’esso Poliziotto Penitenziario, le sorelle Paola e Maria Rosa, per l’Amministrazione comunale di Favignana, il Vice Sindaco di Favignana Vincenzo Sammartano, l’assessore Dafne Borgia, il Presidente del Consiglio Emanuela Serra, il Comandante della Polizia Municipale Biagio De Lio, la Consigliera Maria Sinagra, il Parroco di Favignana, una rappresentanza della Polizia Penitenziaria con a capo l’Ispettore Giuseppe Barbara, e una folta presenza di cittadini Egusei.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteItalia City Branding 2020: Trapani unica siciliana fra le vincitrici per il completamento della mobilità sostenibile
Articolo successivoMorto il giornalista Ezio Zefferi, cittadino onorario di Castellammare del Golfo