Deroga dalla Regione per la realizzazione di alloggi per studenti ad Erice

544

ERICE. Arriva la deroga (D.D.G.179/DRU 16/11/2020), da parte dell’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente – Dipartimento dell’Urbanistica, per la realizzazione degli alloggi per gli studenti che frequentano i corsi del Polo universitario di Trapani. L’assessorato, infatti, ha espresso parere favorevole alla concessione della stessa.

Nel dettaglio, l’area oggetto di deroga (quartiere San Giuliano) ricade all’interno del Comparto 2 “Servizi per l’Università” dell’intervento 5.1.1 “La Piazza del Mare e l’asse attrezzato di via Teocrito” della variante urbanistica per la Zona Franca Urbana di Erice.

La proposta progettuale, per quanto riguarda il lotto A, prevede in deroga la realizzazione di: 56 alloggi di edilizia a canone sostenibile per studenti (social housing); Locali destinati a servizi universitari (mensa e bar); Locali commerciali e palestra. Per ciò che concerne invece il lotto B si prevede la realizzazione di: 22 alloggi di edilizia libera, locali commerciali; integrazione della nuova viabilità di PRG e relative opere di infrastruttura primaria; nuove aree di parcheggio pubblico; nuove aree a verde privato e pubblico.

L’importo complessivo per realizzazione delle opere è di circa 11.500.000 euro, di cui 4 a carico del finanziamento a cui il Comune di Erice è stato ammesso con D.D.G. n. 95 n.151 del 31/01/2011, e la rimanente parte di circa 7,5 milioni a carico di privati, a suo tempo individuati attraverso un avviso pubblico.

“Si tratta di un altro piccolo tassello del puzzle di rigenerazione urbana nel territorio di San Giuliano – commenta il vice sindaco, Gianni Mauro -. L’impresa a suo tempo individuata con avviso pubblico sta lavorando per presentare il progetto esecutivo entro il mese di marzo 2021”.

“Accolgo con grande piacere questa notizia – aggiunge la sindaca, Daniela Toscano -. La realizzazione degli interventi in oggetto va di pari passo con l’attivazione di 2 nuovi corsi di laurea (2021/2022) che l’Università degli Studi di Palermo ha destinato al Polo di Trapani (si tratta di Infermieristica e Ingegneria delle tecnologie del mare, mentre rimangono attivi i corsi in Giurisprudenza, Consulente Giuridico d’impresa, Scienze del turismo e Viticoltura ed Enologia che quest’ultimo si tiene a Marsala). Sono percorsi universitari coerenti col territorio che vanno nella direzione di un rilancio strategico dello stesso e la cui importanza era stata più volte proposta e sottolineata con evidenza dalla nostra Amministrazione comunale”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGiuseppe e quel tritolo mafioso
Articolo successivoAggiudicata messa in sicurezza Sp 2 Castellammare-Segesta