Alessio Alessandra dalla De Filippi, L’Arte dalla “nicchia” al grande pubblico VIDEO

14989

Alessio Alessandra e la sua Band hanno portato l’Arte sul palcoscenico di Tu Si Que Vales stregando molta parte del pubblico e tre giudici su quattro (Maria De Filippi, Jerry Scotti, Teo Mammuccari e Rudi Zerbi).

L’Arte di “nicchia”? L’Arte non per tutti? A queste due domande hanno risposto Alessio Alessandra e la sua Band portando sul palcoscenico di Tu si Que Vales “La Tribù”, una canzone dal testo che colpisce e dalla musica che ammalia. Alessio Alessandra già ci aveva abituato a performance da vero “animale da palco” e anche questa volta non ha deluso, mettendo in risalto passione e sicurezza, data dalla certezza di aver creato con la mente e con il cuore una canzone “sincera”. Ne “La Tribù” il sorriso si fa amaro e viceversa, per “denunciare” una società che vede protagonista la tendenza a giudicare e l’arroganza di sentirsi competente in tutto, come in un vortice nel quale comunque sguazziamo tutti, chi più, chi meno.

Un’emozione grande, ci confessa Alessio Alessandra ai nostri microfoni, in un luogo non solito per la sua arte, ma che comunque è stato utile per portare avanti il suo progetto, che vede protagonisti i musicisti, perché il tutto non avrebbe lo stesso “sapore” e la stessa intensità senza l’apporto di questi artisti a tutto tondo.

Ma ascoltiamo dalle parole dello stesso cantautore le impressioni e il risultato della partecipazione a Tu Si Que Vales:

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSpostamenti limitati tra Marsala e Petrosino, nota dei Sindaci Grillo e Giacalone
Articolo successivoUn parco giochi inclusivo, si chiamerà “Rosa Fresca Aulentissima” VIDEO
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.