Tutti in fila per il test rapido. Da popolazione scolastica 53 positivi su 3939 tamponi

3579

Partito ieri lo screening sulla popolazione scolastica della provincia di Trapani: ad Alcamo 4 positivi su un totale di 823 tamponi. In tutta la provincia su 3939 tamponi individuati 53 positivi. Lo screening si concluderà oggi

TRAPANI. Terminata la prima giornata di test rapidi da parte dell’Asp Trapani. Ieri, sabato 7 novembre, sono stati effettuati 3939 test rapidi anti Covid-19 per la ricerca dell’antigene sulla popolazione scolastica di 2° grado. Lunghe fine al drive-in dei tamponi, dalla via Ilio di Trapani al Contrada Sasi ad Alcamo; studenti, insegnanti, familiari e personale scolastico, tutti in fila per un tampone rapido.

Con oltre 3 mila 900 test rapidi effettuati, si è conclusa la prima giornata di screening Covid-19 dedicata agli studenti degli Istituti superiori della provincia di Trapani organizzata dall’Asp di Trapani su una campagna di sensibilizzazione promossa dall’Assessorato regionale della Salute.

In particolare, a Trapani, su un totale di 1241 tamponi, 21 sono i casi positivi riscontrati; a Marsala, 634 tamponi e 2 casi positivi; Mazara 808 tamponi, 15 positivi; Castelvetrano 433 tamponi, 11 positivi; Alcamo 823 tamponi, 4 positivi.

L’iniziativa, coordinata da Mario Minore, responsabile dell’Unità Operativa Gestione Emergenza  e Urgenza Territoriale dell’Asp di Trapani, prevede l’effettuazione di test rapidi rinofaringei con metodo drive-in su una popolazione scolastica complessiva di circa 22.500 studenti, oltre al personale scolastico e ai rispettivi nuclei familiari.

Il monitoraggio su “Target” continua anche oggi, domenica 8 novembre 2020 dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14 alle 18 nelle seguenti postazioni: Trapani (Piazzale Ilio), Marsala (Area attrezzata per il mercato settimanale – ingresso Via degli Atleti), Mazara del Vallo (Piazzale Quinci, Castelvetrano) Via Autonomia Siciliana – Area Industriale) e ad Alcamo (Contrada Sasi).

“Si tratta di un’operazione di importanza essenziale perché garantisce un’indagine epidemiologica fondamentale in comparti strategici per la popolazione – ha sottolineato il commissario straordinario, Paolo Zappalà – per la quale l’Asp ha messo in campo sessanta sanitari tra medici e infermieri in prima linea per garantire la massima riuscita dell’iniziativa”. Il monitoraggio su “Target” previsto a livello regionale attraverso tamponi antigenici rapidi. Sono cinque le aree destinate allo screening, individuate dall’Asp di Trapani d’accordo con le rispettive Amministrazioni comunali. Ciascuna zona preposta ai tamponi è dotata di gazebo con adeguate attrezzature e personale di vigilanza di Polizia Municipale e Protezione civile per garantire la totale sicurezza dell’operazione di monitoraggio.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDomani il gip decide
Articolo successivoLa cerimonia del rito nuziale, gli invitati tra passato e presente, il fotografo ed il video maker
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.