Castellammare, telecamere attive contro incivili: prime multe “alla Conza”

2773

Telecamere attivate in periferia, dopo anni di denunce e segnalazioni arrivano finalmente le prime multe in Contrada Conza. Il sindaco e l’assessore all’Ambiente: ”Nessuna tolleranza nei confronti di cittadini irrispettosi delle regole”. Adesso si attende il CCR

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Dopo anni di richieste, di denunce e di segnalazioni sono arrivate, finalmente, le prime multe per gli incivili di Contrada Conza. Furgoni, camion e auto ogni giorno gettavano rifiuti di ogni genere, avvelenando uno dei posti più suggestivi della zona, a pochi passi da Cala Bianca. “Attivate le telecamere per controllare che il conferimento dei rifiuti avvenga in maniera corretta. Abbiamo già le prime registrazioni in alcune aree sensibili e a breve saranno emesse le prime sanzioni. Non è più possibile essere tolleranti perché come mostrano le immagini, purtroppo sono ancora in tanti a comportarsi in maniera incivile continuando a creare discariche a cielo aperto. Il corretto conferimento dei rifiuti è un beneficio collettivo perché ne conseguono decoro urbano, ambientale ed il contenimento delle tariffe di smaltimento. Le telecamere concordate con Agesp per il nuovo servizio rifiuti avviato giorno 1° ottobre, saranno posizionate anche in altri luoghi così da controllare molte zone del nostro vasto territorio comunale”. Lo affermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore all’Ambiente Vincenzo Abate.

“Le telecamere hanno già ripreso più persone intente a sbarazzarsi di ingombranti e rifiuti di ogni genere in zone diverse. Non ci sarà alcuna tolleranza nei confronti di cittadini irrispettosi delle regole che in maniera incivile abbandonano di tutto nel territorio cittadino. Invitiamo tutti a conferire correttamente i rifiuti seguendo la nuova modalità che riguarda l’attivazione del sistema di raccolta porta a porta. Certamente siamo in una fase iniziale ed occorre migliorare alcuni aspetti per cittadini ed attività anche per il cambio netto di abitudini ma altra cosa è l’abbandono di rifiuti di ogni genere in maniera indiscriminata e su più aree. Il nostro impegno per le politiche ambientali va anche nella direzione di migliorare i livelli di raccolta così da riuscire ad avere decoro e risparmio economico. Riteniamo che la prossima attivazione del Ccr contribuirà a migliorare il servizio e -concludono il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore all’Ambiente Vincenzo Abate- confidiamo sempre nella collaborazione dei tanti castellammaresi che rispettano le regole”.

Castellammare, il Covid non ferma le discariche abusive. VIDEO

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAmministrative in Sicilia. Nel trapanese a Favignana vince Forgione e a Marsala Grillo oltre il 50%
Articolo successivoGibellina. Sutera Sindaco, era l’unico candidato
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.