Lega Pro, Ghirelli sul Trapani: “In corso indagini di Procura Federale e FIGC”

425

Una società che si sta rivelando inadempiente, una struttura organizzativa del tutto assente, una rosa lasciato in balia degli eventi: non un momento brillante per il Trapani, che ieri non ha potuto disputare il match contro la Casertana. La squadra, infatti, non aveva un mister e un medico sociale al seguito, e in questi casi viene meno la possibilità di scendere in campo.
Quelli che saranno gli scenari possibile, a ora, non è facile immaginarli, ma per provare ad approfondire la questione, i microfoni di TuttoMercatoWeb.com, hanno contattato il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: “Per il momento da parte mia occorre il massimo riserbo, è in atto un’indagine della Procura Federale che dovrà chiarire la vicenda. Chiaramente è un fatto negativo, sarebbe sciocco negarlo, ma in questo caos voglio vedere il bicchiere mezzo pieno: le regole strutturate dopo la questione Pro Piacenza funzionano, il vincolo legato alla necessaria presenza di allenatore e medico sociale hanno evitato che si ripetessero situazioni simili. L’esperienza terribile di allora ha costruito un reticolo di regole che funzionano. Ora aspettiamo appunto la Procura, e anche le verifiche della FIGC, che dovrà attestare l’onorabilità e la solidità dei nuovi proprietari del Trapani, perché il disastro è scoppiato durante quel passaggio: prima il club aveva superato tutte le verifiche necessarie, al momento dell’iscrizione tutto era in regola. Mi dispiace che club come la Pianese, solidi e seri, si sentano toccati dalla vicenda, ma al momento dell’iscrizione tutto era in linea”.

Il rischio che si vada verso l’esclusione del Trapani è concreto?
“Come da regolamento, se dopo due assenza arriva la terza in cui una squadra non si presenta in campo, la stessa viene estromessa. Ma prima di parlare di questo regolamento per i siciliani, dobbiamo aspettare l’esito delle verifiche della Procura Federale. Spero siano il più rapide possibile”.

Fonte tuttomercatoweb.com

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteVacanze “Made in Sicily” per Biagio Antonacci e Gianni Morandi
Articolo successivoAirgest, indagati davanti al Tribunale