Messa in sicurezza di un edificio ad Alcamo Marina. Interrogazione di Sucameli.

2209

Il consigliere comunale di Sicilia Futura, Giacomo Sucameli, ha presentato un’interrogazione che ha come oggetto principale un immobile di proprietà comunale, confiscato alla mafia, si trova ad Alcamo Marina e che, come si legge nell’interrogazione , “verte da molto tempo in un grave stato di degrado in quanto il prospetto, causa la vicinanza del mare e lo stato di abbandono, è a forte rischio di crollo”.

Nell’interrogazione una premessa:
– Che numerose sono state le segnalazioni da parte dei condomini e molte le lamentale da parte di comuni cittadini con la quale è stata sollecitata la messa in sicurezza del fabbricato per risolvere definitivamente questo annoso problema.,.
– Che permane la necessità di eseguire opere di consolidamento dell’edificio e di eliminare la situazione di pericolo.
– Che peraltro a causa cadute di calcinacci non si riesce a garantire un livello accettabile di sicurezza della viabilità.
– Che si registra uno stato di totale degrado e sporcizia dell’area interessata dall’edificio a causa della presenza di animali di ogni genere ( topi, serpi ecc.. ) e di rifiuti.
A proposito la stradella è ancora invasa di sabbia dallo scorso inverno!!!
– Che l’amministrazione comunale ha il compito ed il dovere di porre in essere le azioni necessarie di prevenzione ed eliminazione dei rilevanti pericoli che mettono a rischio l’ incolumità e la salute pubblica.

Ed infine le richieste-domande:

– Quali siano gli interventi ed i provvedimenti concreti che ha posto in essere e intende porre in essere l’ amministrazione comunale al fine di provvedere alla integrale messa in sicurezza dell’ edificio ed all’eliminazione della grave situazione di pericolo determinatasi.
Se è intenzione di codesta amministrazione rimuovere la sabbia che intralcia la stradella sottostante.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteI dandy trapanesi
Articolo successivoRifiuti e mazzette, in manette anche un alto funzionario della Rap