Abate: “Io mi spendo ogni giorno per il territorio di Castellammare del Golfo. Altri insistono con l’odiosa e squallida “intolleranza territoriale””

9454

“Odioso e squallido cliquet della “intolleranza territoriale”, così l’assessore Abate risponde a Fratelli d’Italia (Laura Ancona e Giovanni D’Aguanno) che aveva parlato di “Inadeguatezza dell’Assessore alla Viabilità Vincenzo Abate, che dimostra di non conoscere le esigenze del nostro territorio”.”

Ci perviene una nota dell’Assessore del Comune di Castellammare del Golfo, Vincenzo Abate, in merito alle affermazioni di Fratelli d’Italia nei suoi confronti, sulla Zona a Traffico limitato e il Bus Navetta.  L’Assessore nell’incipit afferma: “ritengo doveroso fare delle opportune precisazioni”.

In una prima parte Abate affronta quella che chiama “intolleranza territoriale” e afferma: “In primis devo prendere atto, con grande amarezza, che alcuni esponenti politici continuano ad insistere sull’odioso e squallido cliquet della “intolleranza territoriale”. In un mondo che non conosce ormai confini e che è figlio dell’integrazione e della multiculturalità, i due esponenti politici rappresentano ancora l’esempio di una cultura retrograda e del tutto decontestualizzata, che speravo appartenesse ad un passato ormai lontano. Invece di confrontarsi con chi vive e si spende ogni giorno per il territorio di Castellammare del Golfo, e realmente ne conosce le esigenze (poiché quotidianamente ascolta le istanze provenienti dalla collettività locale e dal tessuto economico produttivo cittadino), lo si preferisce attaccare perché alcamese, ovvero figlio di una città distante qualche chilometro; e, pertanto, inadeguato a interpretare le “esigenze del LORO territorio”.”

Invece sulla questione Zona a Traffico Limitato l’Assessore parla di affermazione, da parte dei due esponenti di Fratelli D’Italia Castellammare del Golfo, “assolutamente destituita di ogni fondamento” nello specifico Abate si riferisce a quella “per cui l’attivazione delle ZTL a Castellammare del Golfo sia stata improvvisa o improvvisata. Al contrario, già a far data da giugno l’amministrazione aveva, a seguito di numerosi incontri con i rappresentati delle attività commerciali e dei cittadini, concordato l’avvio delle precitate zone dal mese di agosto sino alle prime due settimane di settembre. Evitando quindi di ricomprendere i mesi di giugno e luglio, e ciò proprio al fine di evitare di creare ulteriori difficoltà nella delicata fase di riavvio, post lockdown, dell’attività turistica locale”.

Ma il dibattito a distanza non si esaurisce con ciò, infatti entra nella diatriba la mancata attivazione del servizio di bus navetta.

“Sul punto – sottolinea Abate – mi preme evidenziare agli zelanti componenti del locale circolo di “Fratelli d’Italia” che le restrizioni imposte dai vigenti protocolli sanitari anti-Covid impongono rigidi protocolli di distanziamento sociale, che non consentirebbero l’espletamento di un servizio consono al soddisfacimento delle esigenze dei turisti e dei cittadini. Proprio per mitigare il più possibile le difficoltà di quest’ultimi, le aree della ZTL (frutto del lavoro di squadra della giunta e dei competenti uffici tecnici comunali, e certamente non dell’esclusivo lavoro profuso in autonomia dall’assessore “straniero”) sono state ridisegnate – circoscrivendone i confini rispetto allo scorso anno – e disciplinate consentendo al massimo la fruizione dei parcheggi pubblici e privati ricadenti nel loro perimetro.

“Alla luce di quanto sopra evidenziato – sempre Abate – non mi resta che constatare che ancora una volta alcuni esponenti politici dimostrano esclusivamente di voler strumentalizzare i fatti al solo e precipuo scopo di essere “presenti” mediaticamente”.

“Anziché lavorare sinergicamente per il benessere della comunità in un momento storico-economico di straordinaria criticità, c’è chi continua a cercare solamente e costantemente un ritorno elettorale, ed è ciò che, a mio modesto avviso, rende loro politicamente inadeguati” conclude l’Assessore.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa SIGEA propone l’istituzione della Riserva Naturale “Scala dei turchi”
Articolo successivoDimissioni in caso di indagini per reati di mafia. L’aula non approva. “L’intento era allontanare dalla Istituzione Comune ogni disagio e sospetto”
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.