Tre giorni di tradizione e sentimento religioso in onore di Maria Santissima dei Miracoli

1631

ALCAMO. La Festa di Maria Santissima dei Miracoli rappresenta la più alta espressione della cultura e dell’identità religiosa della Città, onorarLa ogni anno e, quest’anno in particolare segnato dall’emergenza del Coronavirus, significa mantenere vive le tradizioni locali, rafforzando tra i concittadini, il senso di comunità ed appartenenza al territorio.

La devozione mariana è un punto fermo della fede religiosa degli alcamesi che, in questo periodo delicato, si è rinnovata nella preghiera giornaliera che ha coinvolto i quartieri della nostra Alcamo. Nelle Sante Mani di Maria SS dei Miracoli sono state poste le incertezze, le difficoltà e le speranze quotidiane della Città.

Dichiarano congiuntamente il Sindaco Domenico Surdi e l’Assessore alla cultura Lorella Di Giovanni “anche quest’anno, per l’anniversario del ritrovamento della Sacra Immagine di Maria SS. dei Miracoli, ci prepariamo a onorare la nostra Patrona, rinnovandoLe la nostra devozione e ringraziandoLa per avere protetto la Città di Alcamo dal virus della pandemia. A Lei affidiamo le nostre necessità, preoccupazioni e speranze e tra le sue braccia, con fiducia, affrontiamo le sfide future.

Continuano Sindaco ed Assessore “il momento difficile che abbiamo attraversato in questi mesi, la nuova quotidianità che stiamo vivendo e la vigente normativa in materia di contenimento del contagio da Covid-19 hanno portato, inevitabilmente, l’Amministrazione a ripensare la Festa Patronale, mettendo sempre al centro la nostra tradizione e devozione verso Maria SS. Dei Miracoli ma con sobrietà e in piana sicurezza, tutelando la salute di tutti noi Cittadini.

PROGRAMMA FESTA

Il programma della Festa si svolgerà nelle tre giornate del 19, 20 e 21 giugno, come da tradizione. La Festa avrà inizio con un omaggio canoro alla Madonna, in Chiesa Madre. Il 20 giugno non potrà svolgersi la tradizionale “Calata”, tuttavia è confermata la celebrazione dei Sacri Vespri al Santuario, alla presenza di una stretta rappresentanza delle Autorità politiche, militari e religiose. Il 21 giugno non potrà svolgersi la Processione, mentre la celebrazione della Santa Messa si terrà nel pomeriggio; sempre alla presenza dei rappresentati delle Autorità e del nostro Vescovo. Questi eventi, dal momento che l’ingresso in Chiesa è contingentato, verranno trasmessi dalla televisione.

In queste giornate di Festa la Banda musicale non potrà esibirsi per le vie della Città, ma risuoneranno i sacri bronzi.

Sempre nelle stesse giornate, nel pomeriggio, sono previsti alcuni appuntamenti culturali: un evento web per bambini curato dalla Rete Territoriale Nati per Leggere; la presentazione del libro “Pillole di Semplice Felicità” dell’autore N. Trovato Giusto all’Auditorium del Collegio dei Gesuiti; le mostre “Storie” al Museo di Arte Contemporanea di Alcamo e ”La Voce dell’Arte” presso la Sala Rubino del Centro Congressi Marconi.

La Città, inoltre, ospiterà una giovane Street Artist che realizzerà l’immagine di Maria SS. dei Miracoli in Piazza Ciullo.

Nelle sere del 20 e 21 giugno, al Centro Congressi Marconi, si terrà un concerto a cura della Consulta Giovanile Comunale e un concerto di musica Folk a cura del gruppo musicale I Sicani.

Tutti gli eventi in programma si svolgeranno nel rispetto della normativa vigente in materia di contenimento del contagio da Covid-19.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAlcamo: il Consiglio Comunale ha approvato la proroga dell’acconto IMU
Articolo successivoQuanta tenerezza!