Canadair “senza sosta” sul Monte Bonifato. La rabbia dei cittadini alcamesi. (VIDEO)

23605

Incessante nel cielo di Alcamo il via vai dei canadair per rifornirsi di acqua e ritornare sul Monte Bonifato per riversare il liquido sulla parte che ieri pomeriggio è stata interessato da un incendio

Continua l’impegno per domare l’incendio che da ieri pomeriggio sta colpendo duramente il Monte Bonifato. Sul posto ancora operanti Vigili del Fuoco, Croce Rossa, volontari della Fire Rescue e Forestale. Incessante il lavoro dei candair che, tranne nella notte, sono incessantemente attivi per rifornirsi di acqua e scaricarla sulla parte del Monte ancora interessata da due focolai. I canadair si sono dovuti fermare per poco tempo solo perché la forestale ha fatto richiesta all’Enel per staccare l’alta tensione che alimenta le antenne.

Un incendio che non sta colpendo solo la natura, ma il “cuore” di moltissimi alcamesi, perché il Monte Bonifato e gli alcamesi sono da sempre un  tutt’uno, tanto è l’amore per il proprio monte. Già da ieri sera ci arrivano messaggi di rabbia di molti lettori e forte riecheggiano le parole contenute da vari comunicati di forze politicheassociazioni e Comune di Alcamo, parole di condanna per uno scempio contro la natura e l’uomo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSurdi: “Non sappiamo l’origine dell’incendio, confidiamo che al più presto sia fatta chiarezza sulle cause”
Articolo successivoDomani all’Ars conferenza stampa per spiegare i motivi della rottura con il M5S
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.