Assolto alcamese per bancarotta fraudolenta

7562

TRAPANI. Il Tribunale di Trapani ha assolto l’imprenditore alcamese Amodeo Marcello, era imputato per bancarotta fraudolenta per il fallimento della società Verat.

I fatti risalgono al 2014, al fallimento della società verta  F.lli Amodeo, società ledear nel territorio di Alcamo nel settore dei mobili da cucina.

Secondo il curatore fallimentare i soci della società si erano appropriati di diverse centinaia di migliaia di euro, con fraudolente svalutazione del magazzino, prelievi bancari effettuati poco prima la dichiarazione del fallimento.

Due degli imputati soci, Amodeo Vito e Antonino, in sede di udienza preliminare patteggiarono la pena, diversamente da Amodeo Marcello che, invece, venne rinviato a giudizio. Dopo un dibattimento durato due anni il Tribunale di Trapani, presieduto dalla dr.ssa Daniela Troja, ha assolto l’imputato perché i fatti non sussistono. Nessun fatto distrattivo è stato provato, dunque non esiste la bancarotta.

Soddisfazione è stata espressa dai difensori, Avvocati Baldassare Lauria e Laura Ancona. “La società fu vittima della grave crisi economica che colpì il settore a ridosso della crisi del 2008, ma non vi fu nessuna condotta illegale da pare dei soci, nessuna appropriazione indebita, nessuna distrazione del patrimonio sociale. La corretta analisi delle scritture contabili, del nostro consulente tecnico, ci ha permesso di dimostrare l’infondatezza della tesi d’accusa”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus, in Sicilia sempre più guariti e meno ricoveri: un decesso
Articolo successivoConsiglio Comunale, ecco perché il gruppo “Castellammare 2.0” ha abbandonato l’aula