Sequestrate mascherine prive delle informazioni sulla provenienza, conformità e sicurezza.

546

PALERMO. Nei giorni scorsi i Finanzieri del 2° Nucleo Operativo Metropolitano durante un servizio di controllo del territorio finalizzato a garantire l’osservanza della normativa in materia di prezzi e sicurezza prodotti, connesso alla grave emergenza epidemiologica da COVID-19, hanno sottoposto a sequestro amministrativo uno stock di mascherine artigianali, poste in vendita in violazione delle norme riportate nel Codice del consumo.

In particolare, le Fiamme Gialle sono intervenute a seguito di una chiamata di un privato cittadino al numero di pubblica utilità 117, con la quale si segnalava la vendita presso una farmacia cittadina di dispositivi di protezione individuale non a norma. Il tempestivo intervento dei militari consentiva di rinvenire all’interno dell’attività 74 mascherine confezionate artigianalmente dal titolare dell’attività e poste in commercio prive del nome e della sede legale del produttore ufficiale e delle altre informazioni obbligatorie, in violazione della disciplina del Codice del consumo.

Tutta la merce posta in vendita è stata sottoposta a sequestro amministrativo e il rivenditore è stato segnalato alla locale Camera di Commercio per l’irrogazione della sanzione amministrativa che ammonta ad un massimo di 25.000 euro.

Continuano, incessanti, i controlli delle Fiamme Gialle in tutta la provincia palermitana, al fine di controllare il rispetto delle misure di sicurezza adottate dall’Autorità governativa nonché contrastare possibili speculazioni o insidie alla sicurezza derivanti dalla commercializzazione di materiale non conforme alle norme.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCommercio illegale di specie ittiche: sequestrati 22 esemplari di tonno rosso
Articolo successivoMarsala: denunciato per possesso di marijuana