Trapani, il messaggio di Pasqua alla città del Sindaco Tranchida

1205

TRAPANI. “È tempo di Pasqua: passione, morte e risurrezione di Gesù, per i cristiani. È tempo di passione, di preghiera sentita e di ricordo, per i nostri Cari scomparsi. È anche tempo di CoronaVirus: passione, morti e speranza di farcela, per tutti.

Nel rispetto del credo di ciascuno- è innegabile- ci ritroviamo tutti, in ogni parte del pianeta, in una medesima condizione più o meno grave dalla quale ne usciremo solo se uniti.
Nessuna differenza di religione, etnia, sesso, stato sociale e professionale, poiché nessuno è invincibile. Solo insieme tutti possiamo essere e saremo più forti.
E, per essere più forti, ognuno deve continuare a fare la sua parte, sopratutto restando a casa, nonostante il richiamo delle tiepide giornate primaverili e della bellezza solare dei nostri luoghi.

Un abbraccio virtuale e pieno di gratitudine ai Medici e Personale paramedico, tanto negli Ospedali quanto ai Medici di base, al Personale del 118 ed alle migliaia di Volontari del soccorso e della protezione civile.

Un pensiero alle Forze dell’Ordine, ai nostri Vigili Urbani e a tutte le donne e uomini delle Forze Armate, in ogni dove impegnati nel dare una mano.

Giunga la nostra gratitudine anche a chi, quotidianamente, è esposto al rischio pur di assicurare i servizi essenziali: Personale comunale e delle ditte impegnate per lo smaltimento dei rifiuti e sanificazione stradale, Personale impegnato per il mantenimento dei servizi idrici e fognari. Ma anche Personale delle aziende private di distribuzione alimentare, e delle farmacie.

Gratitudine alle tante e diverse aziende che, con le loro contribuzioni in prodotti, buoni spesa e denaro, aiutano nella nostra come in altre città, la straordinaria e spontanea macchina TRAPANIRETESOLIDALE, che garantisce a migliaia di famiglie la consegna a domicilio di prodotti e generi alimentari, farmaci ed altri beni,per il tramite della CRI, delle Parrocchie, della Caritas, dei gruppi del Volontariato Vincenziano e Salesiano,e del semplice Volontariato “spontaneo” comunque e ovunque allestito.

Grazie alle famiglie e ai benefattori che hanno riempito i carrelli solidali e non hanno lesinato donazioni.

Come Comune Amico, grazie anche ai suggerimenti delle varie componenti politiche, alla collaborazione dei Patronati e Caf, al supporto di tecnici e volontari; in sinergia stiamo provando a non lasciare alcuno indietro, facendo la corsa contro il tempo per rispondere alle migliaia di richieste d’aiuto pervenute. Grazie per il lavoro straordinario dei gentili Assistenti Sociali e del Personale dei Servizi Sociali, Protezione Civile e Finanziari in primis.

E grazie alle invisibili sarte volontarie che stanno trasformando donazioni liberali degli Amministratori comunali e beneficenze di privati, compresa l’Unione Maestranze ed alcune ditte, in artigianali MASCHERINE TNT, presidio sanitario introvabile ma molto utile, e decisamente strategico per limitare il rischio di contagio del virus in mancanza della giusta distanza interpersonale.

Ma il ringraziamento e l’augurio più importante è quello che dobbiamo fare a ciascuno di NOI rigorosamente impegnati nel rispettare i comportamenti e le precauzioni individuali.
Solo così facendo tuteleremo le nostre famiglie, i nostri Cari e l’intera comunità che stiamo riscoprendo essere il prossimo nostro …ancora più prossimo di noi stessi.

Non bastano più i consigli e gli appelli del sistema dell’informazione che anche in città ringraziamo: occorre che ciascuno sia medico ed insieme vigile, volontario e beneficiario di azioni solidali e portatore d’aiuto e salute, a partire dalla propria famiglia.

Questo anno 2020 sarà ricordato nei libri di storia e insieme Noi, uniti e solidali, potremmo ricominciare a scrivere una storia nuova, ripartendo dalle nostre comunità e non dimenticando le tante vittime innocenti e gli Eroi di questa guerra contro un nemico invisibile il COVID-19.

Con l’augurio che presto vivremo il tempo di risurrezione alla nostra vita e ai nostri affetti più cari. Giacomo Tranchida”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCoronavirus, volontari donano fieno al Circo bloccato a Castelvetrano
Articolo successivoCoronavirus, Damiani:”In calo i positivi in percentuale sul numero di tamponi sul territorio trapanese”