La Giunta Tranchida ringrazia Trapani Rete Solidale

363

Un documento a firma del sindaco di Trapani Giacomo Tranchida e dell’Assessore alle Politiche Sociali Vincenzo Abbruscato per ringraziare tutti coloro che agiscono per il bene della comunità e per “bacchettare” coloro che con il loro agire “fomentano malessere, disinformando l’opinione pubblica o, ancor peggio, alimentando tensioni dai risvolti imprevedibili”.

Un documento che inizia con un sintetico quadro sulle azioni avviate dall’amministrazione comunale in collaborazione con il responsabile del COC. In primis si sottolinea che “la grave crisi socio sanitaria sta generando purtroppo, oltre a nuovi ammalati, anche “nuovi poveri”, quindi la necessità di intervenire celermente “sia per tutelare la salute, grazie all’impegno assai rischioso del personale medico para-medico
negli Ospedali e dei Medici di Famiglia, sia per fronteggiare le nuove emergenze sociali”. In questo senso si da’ notizia della collaborazione e dello sforzo comune degli uffici comunali dei Servizi Finanziari, dei dipendenti comunali, del comparto ecologia e idrico, della Polizia Municipale e tanti altri al fine di liberare ulteriori risorse, sanificazione del territorio, controllo dello stesso, ecc…

Nella nota in più si sottolinea lo “straordinario ordinario impegno posto in essere già nelle decorse e dure settimane da tutte le donne, i giovani e gli uomini della TRAPANI RETE SOLIDALE (aggiornata al 29/03/2020), che ringraziamo pubblicamente: Croce Rossa Italiana (ref. Salvatore Mazzeo), Caritas diocesana ( ref. Girolamo Marcantonio) Volontari Oratorio Salesiano ( ref. Giuseppe Virzi,) Volontariato Vincenziano ( ref. Giovanna Adragna) Servi di Gesù povero di Suor Maria Goretti Associazione Misericordia ( ref. Lorenzo Acierno) e poi ancora tutti i Sacerdoti ed in primis SE il Vescovo Fragnelli per il conforto spirituale, oltre le comunità Parrocchiali e i Gruppi Famiglia) e anche dell’Ass.ne Elpis Nave Ospedale (ref. Giancarlo Ungaro.)”

“Abbracciamo – continua la nota – anche quanti, tanti, in maniera individuale o in gruppo, club service, ditte e “anonimi donatori” stanno supportando – con la importante donazione di risorse finanziarie (e tra queste la colletta promossa da Giovani e Associazioni), Dispositivi di Sicurezza e Apparecchiature sanitarie – lo sforzo dell’ASP di Trapani che grava sulle spalle del Dott. Fabio Damiani e dei suoi Dirigenti Amministrativi e Medici. In questo fronte unitario di guerra ci piace ringraziare tanti altri cittadini per le generose donazioni di derrate alimentari nell’ambito della iniziativa “Carrelli Trapani Solidale” distribuiti nei vari Supermercati. A questo sforzo solidale siamo convinti aderiranno anche altri, e ringraziamo sin da adesso i panificatori – già alcuni non fanno mancare il loro aiuto – e gli ortofrutticoli. Tanti altri, in questa direzione, chi in maniera collettiva, chi con contributi di idee, come le forze politiche di maggioranza ed opposizione che in particolare ringrazio per la costruttiva e responsabile collaborazione, chi anche con donazioni mirate (come la Giunta, il Presidente del Consiglio comunale e qualche Consigliere) aiutano a far fronte all’emergenza delle introvabili mascherine e dei preziosi prodotti igienizzanti per la loro sterilizzazione e reimpiego”.

“Questa solidarietà diffusa e partecipata – qui la nota critica – fa da contraltare a chi continua in maniera, anche ridicola, a sfornare risibili interrogazioni e interpellanze e anche sui social a fomentare malessere, disinformando l’opinione pubblica o, ancor peggio, alimentando tensioni dai risvolti imprevedibili”.

“La Trapani Rete Solidale sta combattendo il Coronavirus con sacrifici enormi e non certo con atteggiamenti da “Virus della Corona”, così come la carità e la solidarietà la si pratica in silenzio e con azioni concrete come i tanti Volontari citati e tanti altri ancora “invisibili”. Le becere chiacchiere, unte politicamente dal sovente menzognero sapore, non trovano oltremodo albergo nei nostri pensieri e non ci distrarranno nel nostro gravoso servizio”.

“Apprezziamo molto, e ringraziamo invece, la serietà professionale, al netto del rischio individuale, che nelle parole e servizi della informazione pubblica e sociale, vede molti tra i giornalisti e tecnici impegnati in prima persona, anche su strada. A costoro, in modo particolare, chiediamo di prestare attenzione anche in questa fase e fornire una corretta informazione dato che, dopo gli annunciati provvedimenti nazionali e regionali di aiuto alle famiglie che- di fatto- hanno ingenerato attese last minute sugli arrivi dei bonus spesa, tali aiuti non potranno- inevitabilmente- essere immediatamente erogati in quanto subordinati alle procedure previste negli stessi provvedimenti governativi o ancora in attesa di emanazione; procedure che, comunque ,stiamo cercando in ogni modo di velocizzare.

“Dal canto nostro infatti, già martedì 31 marzo in Giunta proveremo a mettere insieme ulteriori disponibili risorse comunali per potenziare l’assistenza per le famiglie richiedenti dei generi di prima necessità alimentare, già avviata da settimane e che ha assicurato un primo supporto ad oltre 100 famiglie (azione diretta Comune – Croce Rossa Italiana) oltre alle altre centinaia di famiglie già assistite e supportate nelle loro necessità primarie dai partner TRAPANI RETE SOLIDALE”

“In ultimo, ma non per ultimo, il sentito solidale pensiero alle famiglie che in questa guerra hanno perso i loro Cari, molti al fronte, e a quanti vivono l’incubo della quarantena, nell’attesa del prossimo tampone, in quanto positivi al CV-19 e a tutte quelle famiglie che ad oggi non possono abbracciare i loro Cari, perché ancora lontani”.

La nota conclude: “NON MOLLIAMO, TRAPANI E LE NOSTRE CITTÀ FATTE DA COMUNITÀ UNITE, SOLIDALI E GENEROSE SUL FRONTE, SCONFIGGERANNO ANCHE QUESTA TERRIBILE GUERRA”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrapani, spacciava cocaina e crack: arrestati dai Carabineri
Articolo successivoCoronavirus tra farmaci e notizie di alcuni guariti, 5 pazienti dimessi a Partinico