Revisione prg, ACTIO: “L’incontro di ieri serva per una pianificazione accorta e condivisa”

999

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Si è svolto ieri 22 gennaio un incontro sul P.R.G. promosso dall’Amministrazione comunale di Castellammare del Golfo. Presenti, tra gli altri interlocutori, anche i soci dell’associazione “ACTIO”.

“Nella sede suggestiva della sala conferenze del Castello Arabo Normanno abbiamo ribadito la nostra posizione in merito alla revisione del P.R.G., ovvero nell’alveo di un tavolo tecnico intersettoriale permanente. Tale tavolo tecnico – afferma il Presidente dell’Associazione Giacomo Galante – deve essere necessariamente preceduto dall’affidamento dell’incarico per la redazione del PRG o, come sembrerebbe nelle intenzione dell’Amministrazione comunale dalla costituzione dell’ufficio di Piano e dall’adozione delle direttive generali strategiche da parte del consiglio comunale. L’incontro interlocutorio di ieri sera, a cui abbiamo partecipato con molto piacere, con l’Amministrazione, – precisa il presidente di ACTIO, Geologo Giacomo Galante – deve servire per indirizzare la politica verso scelte, obiettivi e strategie che devono essere volte ad, condivisa, responsabile e economicamente, socialmente e ambientalmente una pianificazione accorta sostenibile. Il primo passaggio sarà quello di fare sintesi in seno alla nostra associazione per capire di che tipologia di PRG vogliamo dotare la nostra città e per tale motivo organizzeremo un gruppo di lavoro che si occupi appunto dello strumento urbanistico. La fase consultiva avviata ieri dall’Amministrazione Comunale – continua – può servire solamente se sarà capace di trasferire il nostro bagaglio professionale e culturale nelle linee guida (direttive) che dovranno essere deliberati in consiglio comunale, ovvero dal massimo consesso civico competente in materia di urbanistica. Questi indirizzi, infatti, nella fase successiva diventeranno i principi su cui fondare il nuovo PRG e su cui basare la pianificazione strategica del territorio.

Come ACTIO – conclude – invitiamo il consiglio comunale a tenere conto di alcuni punti che riteniamo di fondamentale importanza per la progettazione del territorio, in breve: attenzione e cura delle problematiche in tema di salvaguardia e tutela del territorio, del contenimento dei consumi energetici e delle fonti inquinanti; recupero esecutivo delle zone periferiche ad oggi incomplete quali C/da Bocca della Carrubba, C/da Duchessa, C/da Gemma d’Oro, Spiaggia Plaia, C/da Fraginesi e etc.; riperimetrazione del centro abitato con definizione del reale centro storico e nuove previsioni di recupero del patrimonio edilizio esistente e delle zone limitrofe del centro storico; Piani di recupero delle zone stralciate”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCastellammare, piano regolatore generale: confronto con i tecnici per l’iter di revisione
Articolo successivoTrapani, controlli dei carabinieri: un arresto e una denuncia per droga