Maria Ausiliatrice nel passato e nel presente di una Chiesa che guarda al Futuro (VIDEO)

3181

50 anni di presenza dell’ADMA ad Alcamo con al centro il messaggio di Maria Ausiliatrice. Il ruolo della figura femminile nella Chiesa del passato, presente e del futuro

Continua la festa per i 50 anni dell’ADMA (Associazione di Maria Ausiliatrice) ad Alcamo. Eventi liturgici e incontri per dare testimonianza dell’operato dell’ADMA ad Alcamo e non solo. Incontri di rilevante importanza sia dal punto di vista religioso che sociale, tra questi quello con il Vescovo di Acireale, nonché vice presidente della Conferenza Episcopale Italiana e di recente nominato membro del Pontificio Consiglio della Cultura, l’alcamese Antonino Raspanti. Una festa che mette in evidenza forte legame tra ADMA e Alcamo, ma ancor di più il ruolo incidente dell’Associazione nel veicolare il messaggio di Maria Ausiliatrice, attuale e che proietta al futuro.

Incontro con Antonino Raspanti, Vescovo di Acireale, Vice Presidente della CEI e membro del Pontificio Consiglio della Cultura

Monsignor Antonino Raspanti ha celebrato messa e ha incontrato i fedeli che fanno parte dell’ADMA, così è nata l’intervista che abbiamo realizzato, nella quale abbiamo parlato con Monsignor Raspanti della festa, del ruolo di Maria Ausiliatrice e delle donne nella Chiesa del presente, ma anche di Chiesa del futuro. Il Vescovo ha sottolineato il ruolo dell’ADMA, delle donne nella Chiesa di ieri e di oggi e infine abbiamo analizzato i cambiamenti culturali sia in riferimento alla visione della donna, sia al rapporto tra Chiesa e “società”.

Intervista a Antonino Raspanti, Vescovo di Acireale, Vice Presidente della CEI e membro del Pontificio Consiglio della Cultura

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteUn “abbraccio” reciproco tra il Maestro Simeti e Alcamo
Articolo successivoIl nuovo anno raccontato dal calendario storico dei Carabinieri
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.