Musumeci riceve i Sindaci in sit-in per la questione rifiuti. Soluzioni nel breve e nel lungo periodo.

9471

Questione rifiuti ormai all’ordine del giorno delle cronache siciliane

Vicenda rifiuti, una storia che sembra senza fine: problemi di conferimento, questione discarica di Palermo Bellolampo, questione Termini Imerese, all’assemblea regionale la discussione sul piano rifiuti slitta ancora una volta e la costante problematica dei comuni siciliani nel realizzare un corretto conferimento dei rifiuti, in particolar modo dell’organico, questa l’ultima vicenda, in ordine temporale, della “Sagra del rifiuti“.

I comuni e i problemi di conferimento in discarica

Comuni da tutte le parti della Sicilia hanno lanciato l’allarme. In particolar modo la vicenda rifiuti investe principalmente le discariche piene, eventi che hanno provocato tante iniziative di vari comuni, per esempio nel Trapanese, al fine di spingere la Regione ad accelerare sulla concreta attuazione del piano rifiuti e in particolar modo al punto che riguarda il conferimento in discarica o in apposito impianto. Problemi nel trapanese? nondimeno nella parte orientale dell’Isola e ora in quella del palermitano, vero è che questi già avevano fato sentire la propria voce perché non è la prima volta che affrontano delle difficoltà che riguardano i rifiuti, ma questa volta, l’altro ieri, hanno messo in atto un’azione più visibile, un sit-in davanti Palazzo D’Orleans, al fine di spronare chi di dovere, cioé la Regione.

Problemi rifiuti, in particolar modo per l’organico. I Comuni dichiarano lo stato di emergenza igenico sanitario

Nel palermitano alcuni Sindaci hanno dichiarato lo stato di emergenza igienico sanitario e hanno deciso di manifestare pubblicamente davanti Palazzo d’Orléans. Alla base della protesta l’impossibilità a conferire l’organico  da diverse settimane, presso gli impianti di compostaggio autorizzati dal governo Musumeci.

I comuni che hanno partecipato al sit-in davanti Palazzo d’Orleans

Al sit-in per spronare la Regione a trovare delle soluzioni per la crisi rifiuti, in particolar modo per la frazione organica, hanno partecipato i comuni di Carini, Trappeto, Balestrate, Borgetto, Montelepre, Giardinello, Piana degli Albanesi, Altofonte, Misilmeri, Villabate, Ficarazzi, Godrano, Roccapalumba, Camporeale e Bagheria.

Lettera al Prefetto e alla Questura per denunciare le problematiche del conferimento dei rifiuti

I sindaci che hanno partecipato al sit-in davanti Palazzo d’Orleans avevano inviato una lettera alla Questura e al Prefetto, mettendo in evidenza i disagi provocati dal mancato ritiro della frazione organica dei rifiuti e il conseguente rischio igienico-sanitario per i cittadini. Questi comuni, mesi fa avevano trovato una soluzione, ma poi la stessa è risultata solo momentanea.

I sindaci in sit-in ricevuti dal Presidente della Regione Musumeci. Soluzioni nel breve e lungo termine

I sindaci sono stati ricevuti dal Presidente della Regione, Nello Musumeci, che si è detto disponibile, ha elencato delle soluzioni nel breve periodo, come per esempio trovare spazio a Bellolampo e nel frattempo dovrebbe esser di nuovo disponibile Catania. Musumeci ha confermato di essere disponibile a trovare soluzione anche nel lungo periodo, finanziando impianti che però devo essere individuati dai comuni, una soluzione che già Musumeci aveva proposto in precedenza.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSequestro di beni ad un imprenditore contiguo a soggetti di spicco di cosa nostra (VIDEO)
Articolo successivoAltro stop alla raccolta dell’organico a Castellammare del Golfo
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.