Batti e ribatti tra l’Assessore Turano e Santangelo (M5S) su Birgi. Turano: “Quello del sottosegretario Santangelo è un atteggiamento pilatesco intollerabile”

1022

La querelle Birgi ha innescato un batti e ribatti tra l’Assessore alle Attività Produttive Mimmo Turano (Articolo) e il sottosegretario Vincenzo Maurizio Santangelo del Movimento 5 Stelle (Articolo)

Alle parole di Santangelo risponde così Turano: “Quello del sottosegretario Santangelo è un  atteggiamento pilatesco intollerabile. Comprendo che nel suo movimento è stato abituato solo alla protesta e non alla proposta ma come uomo di governo adesso ha la responsabilità di offrire soluzioni alla collettività.” lo afferma l’assessore regionale per le Attività produttive Mimmo Turano replicando al sottosegretario per i Rapporti con il parlamento Vincenzo Maurizio Santangelo.

“Sull’Aeroporto Vincenzo Florio – continua Turano – non ho presentato nessuna ‘teoria originale’ ma ho solo evidenziato che nel tempo gli unici ad occuparsi seriamente della questione sono stati la Regione siciliana, con investimenti consistenti, e il sottoscritto che nella qualità di Presidente della provincia e poi di deputato regionale, insieme ai colleghi parlamentari trapanesi, ha sempre creduto nelle potenzialità di questo scalo”.

“Nei giorni passati – conclude l’Assessore – sono stato molto chiaro con i comuni della provincia: non possiamo accettare nessuno scaricabarile su un tema così importante per la vita economia e sociale del nostro territorio. E questo vale anche per un esponente del governo nazionale come il sottosegretario Santangelo, di cui sono ansioso di conoscere opinioni e proposte.”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDigos al Comune
Articolo successivoFinanziere condannato
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.