Una tavolata multietnica a Castellammare: i 4 canti diventano incontro tra culture

1319

CASTELLAMMARE DEL GOLFO.  Una tavola multietnica nel centro storico di Castellammare per dire no al razzismo e alla paura. È questo lo spirito dell’iniziativa che si terrà domenica 25 novembre alle ore 12 nel centro storico. “Per dimostrare con il cibo l’esistenza di una storica felice contaminazione tra i popoli, del Mediterraneo e non solo” – spiegano gli organizzatori. In continuità con le analoghe iniziative di Trapani e Alcamo, Castellammare del Golfo, con le comunità straniere presenti nel territorio e gli ospiti dei centri di accoglienza di Alcamo e Balata di Baida, si da appuntamento ai Quattro Canti per condividere insieme a cibo, canti, balli anche un’altra idea di convivenza tra i popoli.

La tavolata sarà allestita nella zona pedonale di Corso Garibaldi e corso Bernardo Mattarella, centro dell’evento i 4 canti. La Tavolata della Pace è promossa da: Circolo Metropolis, Genitori di Buona Volontà, CIF, Cittattivarsi, Trinart, Cambiamenti, Insieme si può, Contaminazioni, Ass. La Mano di Francesco – SPRAR Balata di Baida, Consorzio Solidalia – CAS Alcamo, La Traccia, Beni Culturali Sicilia, Kernos, Coop. Unione delle Famiglie, Fattoria Sociale, CESVOP, ENPA, Società Operaia, Fiore Daphne, SOS Tuttofare, Centro di Solidarietà Nicola Coppola, Ass. Angeli per la vita- Alcamo, Centro Culturale “Peppino Caleca” con il patrocinio del Comune di Castellammare del Golfo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteVittoria in casa per l’Acamo Futsal, che ora si gode la vetta della classifica
Articolo successivoRaccolta firme per dire No ad “Alcamo Capitale della Munnizza”