Carabinieri intervengono per una lite e trovano la marijuana: un arresto

1973

CASTELVETRANO. Questa mattina i militari del dipendente Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto Favara Giuseppe Alex, 20enne castelvetranese, disoccupato e già noto alle forze dell’ordine. Giunta segnalazione di intervento urgente per una lite in famiglia, i militari dell’Arma si precipitavano sul posto trovando il predetto con una mannaia in mano di 30cm che minacciava la madre ed il fratello per motivi, accertati subito dopo aver disarmato il ragazzo e messo in sicurezza i familiari, rivelatisi molto futili. I Carabinieri sottoponevano il Favara a perquisizione personale e locale rinvenendo all’interno dell’appartamento, ben occultati, 415 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, materiale per il confezionamento e la lavorazione dello stupefacente, il tutto posto sotto sequestro unitamente alla mannaia.

Data la palese flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio, considerato che la quantità di stupefacente detenuta palesano che lo stupefacente non possa essere per uso personale e che comunque sia ben oltre le soglie consentite dalla legge il Favara veniva dichiarato in stato di arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e minaccia aggravata.

L’arrestato, dopo le formalità di rito e su disposizione della competente A.G., veniva trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Castelvetrano, in attesa di direttissima.

Anche in questo caso il tempestivo intervento della Pattuglia, impiegata sul territorio, ha scongiurato quella che poteva diventare l’ennesima tragedia familiare.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCastellammare del Golfo, Carabinieri individuano e denunciano autore di furti in abitazione a Fraginesi
Articolo successivoAlcamo, ultimati lavori in via Maria di Riposo