Il TAR boccia il ricorso degli ex candidati contro lo scioglimento per mafia del comune di Castelvetrano

900

CASTELVETRANO. Niente da fare. Il TAR del Lazio ha bocciato, con la sentenza messa lo scorso 2 maggio, il ricorso presentato da alcuni ex candidati al consiglio comunale di Castelvetrano durante le amministrative 2017. La competizione elettorale era stata sospesa a causa dello scioglimento per mafia del comune.

Secondo i giudici del TAR il ricorso è “inammissibile”. I 5 consiglieri però, tramite l’avvocato Carlo Comandè, stanno valutando di impugnare la sentenza al Consiglio di Stato.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteViolazione dei domiciliari, arresto per un uomo e una donna
Articolo successivoAggressione al pronto soccorso, la solidarietà del commissario Asp di Trapani