Pallamano giovanile siciliana, al via la stagione

937

È partita ufficialmente la stagione dell’attività promozionale della pallamano giovanile siciliana.

Al Nuovo PalaVerga Th Alcamo, Giovinetto Petrosino,  Villaurea Palermo e Le Ali Marsala  hanno dato vita nella mattinata di ieri a sei match che hanno entusiasmato il numeroso pubblico accorso nella casa della pallamano alcamese.
Maschietti e femminucce insieme nella categoria Under 13, per una vera e propria festa dello sport giovanile.
Presente anche il consigliere del comitato regionale della federpallamano Aldo Fina che ha salutato con entusiasmo i giovanissimi giocatori di pallamano, dirigenti e tecnici delle squadre presenti al concentramento organizzato dalla Th Alcamo del presidente Gaspare Randes .
Alla fine vittoria del torneo per la squadra Alcamese allenata da Giuseppe Polizzi, che ha preceduto in classifica Il Giovinetto Petrosino di Tommaso Fiorino, il Villaurea Palermo e i piccoli de Le Ali Marsala.
“Ottima la formula del torneo” – ha dichiarato il responsabile tecnico della Th Alcamo Benedetto Randes – “abbiamo pensato di far giocare il più possibile i ragazzi,  e la distanza della partite su due tempi da 10 minuti si è rilevata azzeccata, come la scelta di far effettuare tre contropiedi per squadra al termine di ogni partita è piaciuta ai giocatori e appassionato gli spettatori, contento anche del risultato dei nostri ragazzi,  ma più in generale di tutte le squadre presenti con alcune individualità già molto interessanti.
Poi far giocare le squadre con il format 5+1, per i ragazzi di 13 anni mi sembra la cosa migliore”, ha concluso Benedetto Randes. Quello di Alcamo è stato il primo di tanti appuntamenti dell’attività promozionale voluti dal comitato regionale dalla federpallamano del presidente Sandro Pagarla, che  interesseranno tutte le principali città siciliane nei prossimi mesi.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Fratel Biagio contagia con la speranza”, Castellammare “abbraccia” Biagio Conte. VIDEO
Articolo successivo“Lavori per il riscaldamento troppo lenti”, protestano gli studenti del liceo scientifico “G. Ferro” di Alcamo