Castellammare, approvato il rendiconto per l’esercizio finanziario 2016

1763

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il consiglio comunale ha approvato il rendiconto riferito all’esercizio finanziario 2016 del Comune di Castellammare. Ieri sera 10 dei 13 consiglieri presenti in aula hanno votato favorevolmente lo strumento: 2 i consiglieri contrari (Galante e Naso) e un astenuto (De Simone). Assenti i consiglieri Palmeri, Norfo, Ancona, Fausto, Cassarà, Motisi e Maltese. «Ringraziamo tutti i consiglieri comunali per l’approvazione del rendiconto che conferma gli sforzi compiuti da questa amministrazione comunale per rendere efficiente la macchina amministrativa -affermano il sindaco Nicolò Coppola e l’assessore al Bilancio Salvo Bologna-. Ricordiamo che già a giugno abbiamo approvato il bilancio 2017-2019 che prevede una diminuzione della pressione fiscale e misure sociali e di sostegno importanti. Con il rendiconto 2016 approvato dal consiglio comunale abbiamo rispettato l’equilibrio di bilancio all’insegna della prosecuzione della strada del contenimento del disavanzo tecnico dopo il riaccertamento dei residui. Nel rendiconto approvato i residui attivi sono pari a oltre 16 milioni di euro e i residui passivi oltre 10milioni di euro. Il risultato di amministrazione, dopo il riaccertamento del fondo pluriennale, è pari a oltre 6milioni di euro. L’accantonamento del fondo crediti di dubbia esigibilità è pari a oltre 6milioni 669mila euro e ulteriori accantonamenti per un totale di oltre 7milioni 800mila euro». Per lo scadere dell’incarico del precedente revisore, il consiglio comunale ha anche nominato, tra i partecipanti all’avviso pubblico, i tre nuovi revisori contabili in carica fino al 2020, con l’estrazione a sorte così come previsto dalla relativa norma. I revisori dei conti nominati sono Giuseppina Sottosanti, Giuseppe Spanò e Antonio Prestianni, nominato presidente per maggiori incarichi. Il consiglio comunale ha anche votato favorevolmente (11 presenti, favorevoli 9, astenuti Di Bartolo e De Simone) la riduzione del 10% del compenso massimo previsto per i revisori, su proposta del consigliere Cruciata. Votate favorevolmente anche due mozioni del consigliere De Simone sul “miglioramento della pulizia e del decoro cittadino” e la “realizzazione della toponomastica nella zona di contrada Fraginesi”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLotta al lavoro nero e caporalato a Trapani: sanzioni per 41 mila euro
Articolo successivoIncendiato il portone del Municipio di Alcamo. VIDEO