Giornata di digiuno e preghiera per i missionari martiri

994

E’ dedicata ai 28 operatori pastorali che hanno perso la vita in vari paesi del mondo – sacerdoti, religiose e laici – la giornata di digiuno e preghiera per i missionari martiri che la chiesa celebra in tutto il mondo domani, 24 marzo, anniversario dell’uccisione del beato Oscar Romero, arcivescovo di San Salvador ucciso nel 1980 mentre celebrava messa dall’oligarchia allora al governo.

A Trapani la giornata si concluderà con una veglia di preghiera presieduta dal vescovo Pietro Maria Fragnelli che si terrà in una chiesa di “periferia”, la chiesa di San Giovanni Battista nel quartiere di Cappuccinelli a Trapani.
Alle ore 21 la comunità si riunirà in preghiera facendo memoria dei 28 martiri uccisi con un focus sulla Siria paese devastato da sei anni ininterrotti di guerra. Porteranno la loro testimonianza due coniugi di Damasco, Amoud e Soha Hajjar la cui famiglia è stata ferita profondamente dalla guerra e oggi in Italia grazie ad un corridoio umanitario, ospiti di una famiglia siciliana. Come fiori tra le macerie sono testimoni della speranza e delle aspirazioni dei giovani siriani e di tutto il loro popolo.
L’incontro sarà concluso dall’intervento di don Salvo Cammilleri, direttore dell’ufficio diocesano per le missioni, sacerdote di origine trapanese per trent’anni missionario in Africa.

Fonte: Comunicato

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDopo un mese la TH Alcamo torna a giocare in casa e affronterà Mascalucia
Articolo successivoFilippo Cracchiolo (PD di Alcamo): “Inspiegabile bocciatura da parte della maggioranza”