Governance dell’Area Vasta, sviluppo economico per il territorio.

1946

Programma operativo interventi intersettoriali PalermoIl Commissario Straordinario del Comune di Alcamo, Giovanni Arnone ha deliberato di prendere atto del Protocollo d’Intesa, stipulato in data 17 maggio 2016, fra il Comune di Alcamo, il Libero Consorzio Comunale di Trapani ed il Dipartimento Regionale dello Sviluppo Rurale e Territoriale della Regione Sicilia, per la Governance dell’Area Vasta, fra Termini Imerese e Marsala e comprendente i comuni di Trapani, Mazara del Vallo, Erice, Castelvetrano, la società di gestione dell’aeroporto di Trapani AIRGEST S.p.A., ANCI Sicilia, IAMC – CNR, l’autorità aeroportuale di Palermo, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la direzione marittima di Palermo.

Al riguardo si specifica che, il Comune di Palermo ha elaborato il progetto Territorio Snodo II, approvato e finanziato dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, che prevede l’elaborazione di un programma operativo di interventi intersettoriali e definizione degli assetti di Governance, per lo sviluppo del sistema territoriale formato da Palermo, Trapani e Termini Imerese, nel contesto della Piattaforma Strategica della Sicilia Occidentale.

D’altronde, con l’avvio della nuova Programmazione Comunitaria è strategico per l’Area Vasta il coordinamento di azioni sinergiche finalizzate allo sviluppo culturale, socioeconomico ed infrastrutturale del territorio di riferimento, anche al fine di un miglioramento della qualità di vita dei soggetti residenti.

Nel merito, infatti, è stato istituito un Tavolo Tecnico Partenariale inter istituzionale per la promozione e lo sviluppo della mobilità sostenibile, delle infrastrutture dei trasporti e della logistica di persone e merci in Area Vasta anche per valorizzare attività culturali e turismo quali fattori di crescita economica del territorio.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDionisiache 2016: Grande cartellone e trepidante attesa
Articolo successivo“I Reati di Opinione”, convegno organizzato dalla Camera Penale di Trapani