Scopre il tradimento, picchia la moglie e la tiene sequestrata a casa

4117

arrestoVicenda accaduta a Marsala. Protagonista un poliziotto di 41 anni denunciato alla magistratura, la donna è riuscita a liberarsi grazie all’aiuto di due amiche che hanno avvertito la magistratura

Lui è un poliziotto, lei una casalinga. Anche loro pronti a contribuire il già lungo elenco delle coppie che scoppiano. Solo che l’esito non è stato quello delle strade che si dividono. Lui abituato alle manette e quindi a portare i malviventi nel chiuso delle celle, non ha pensato di meglio che costringere la moglie alla “reclusione” forzata. Dapprima però ha portato la donna, dopo averne scoperto il tradimento, davanti a un notaio perchè lei formalizzasse la cessione a suo favore della quota di proprietà dell’abitazione familiare. Poi, con il sostegno dei familiari della moglie, l’ha di fatto chiusa a chiave dentro casa. La vicenda però si è risolta con l’intervento dei finanzieri della sezione di pg presso la Procura di Marsala, e della magistratura trapanese. La donna, tenuta sotto sequestro in casa per una intera giornata, è stata così presto liberata, dopo essere riuscita a mandare un sms a due amiche grazie a un telefono cellulare che lei teneva nascosto e che il marito non era riuscito a toglierle. Il poliziotto autore del misfatto ha subito dal giudice l’ordine ad abbandonare la casa, e ha avuto imposto il divieto a potersi riavvicinare alla moglie.

Lui si chiama L. N. ed ha 41 anni, contro di lui anche le accuse di lesioni per avere picchiato, pubblicamente, sorprendendo la donna in una strada del centro storico marsalese, indagati sono anche i genitori della donna anche loro accusati con il poliziotto di sequestro di persona ed estorsione. Indagati ache due poliziotti della squadra Volanti che intervennero, su chiamata del collega quando sorprese la moglie e l’amante per strada, ma che evitarono di denunziare il collega.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Trapani Calcio riparte da Serse Cosmi
Articolo successivoFurto di rame in via Kennedy: molte famiglie costrette a vivere al buio.
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.