Finanziata la riconversione di un bene confiscato a Castelvetrano

801

Piazza CastelvetranoCASTELVETRANO. Il sindaco F.Errante comunica che è stato finanziato il progetto di riconversione di un bene confiscato alla mafia che diventerà sede di un centro anti violenza. Il sindaco in qualità di presidente del consorzio trapanese per la legalità e lo sviluppo che riunisce i comuni del territorio(Marsala, Trapani ,Calatafimi-Segesta, Alcamo, Paceco,Erice,Castellammare del Golfo,Campobello di Mazara, Mazara del Vallo,Castelvetrano-Selinunte, Salemi,Vita)rende noto che il finanziamento ammonta a 350mila euro, che riguarda i fondi regionali destinati alla riqualificazione e riconversione dei beni confiscati alla mafia.Il finanziamento è stato reso possibile grazie ad un progetto presentato per un immobile sito a Castelvetrano. Errante nello stesso comunicato oltre al compiacimento per questo traguardo ottenuto si dice fiducioso verso altri risultati futuri.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteHistoria Alcami: le porte della città
Articolo successivoSaranno presentati oggi i risultati del progetto “Qualimed”