Sicilia: ad un passo dall’addio alle Province

660

ARSPALERMO – E’ stato approvato ieri sera dall’Assemblea Siciliana l’intero disegno di legge con il quale viene decretata la fine delle Province per dare spazio ai Liberi Consorzi e alle città metropolitane di Palermo, Catania e Messina.

Resta ormai solo l’ultimo passo per la soppressione definitiva delle province, ossia il voto finale rinviato a martedì prossimo.

Prima di ciò, i deputati potranno lavorare alle proposte di modifica consentite dall’articolo 117 dello Statuto, che dovranno essere approvate dall’aula.

“Costruire la nuova architettura delle autonomie locali in Sicilia non era un compito facile, ma nonostante le difficoltà abbiamo fatto un buon lavoro” dice Baldo Gucciardi, presidente del gruppo Pd all’Ars, a proposito dell’approvazione degli articoli del disegno di legge. “Nei prossimi sei mesi – prosegue – i comuni avranno la possibilità di scegliere liberamente fra l’Area metropolitana e un Consorzio, o fra un Consorzio e quello confinante. Dunque, fra sei mesi avremo la nuova ‘mappa’ della Sicilia, che oggi è la prima Regione italiana a superare le Province e ad istituire le Città metropolitane”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteM5S: Che fine ha fatto la diffida di Bonventre all’Aimeri?
Articolo successivoAlcamo: “Terra Sacra”
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.