Caldarella occupa il comune. Alcamo ha la possibilità di risollevare la sua economia.

702

ALCAMO. Il Consigliere Caldarella ancora una volta è protagonista di una protesta per sollecitare l’attività amministrativa comunale. Caldarella sta occupando, infatti, l’ aula consiliare con lo scopo di essere ascoltato su due tematiche precise. Si tratta di porre più attenzione sul reiterato argomento dell’edificazione nella “Fascia pedemontana” e l’approvazione dei Piani particolareggiati. Nello specifico, Caldarella fa riferimento ad alcuni finanziamenti da parte dell’ Unione Europea che potrebbero, di certo, stimolare la ripresa economica della città. Dopo diversi tentativi, infatti, ancora oggi non sono stati elargiti dal Comune i permessi le concessioni edilizie che l’amministrazione dovrebbe avviare potendo in via definitiva permettere l’ avvio di un tentativo di ripresa economica. Si parla infatti di circa 15-20 milioni di euro che permetterebbero di avviare numerosi lavori edilizi di completamento di alcune zone.

Dunque Caldarella sferra un attacco diretto all’Amministrazione ponendo il problema sull’idea di una inerzia nei confronti di queste tematiche. “Il mio scopo è quello di ottenere delle risposte in merito- dice Caldarella- siano esse positive o negative. Bisogna che vengano presi in esame tutti i progetti che possano migliorare la vita della popolazione alcamese che mostra un livello di disoccupazione alto, non solo nella fascia giovanile , ma anche in quella degli over 50”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteTrapani: un uomo appicca fuoco al fratello
Articolo successivoAttivato lo Sportello Donna a Castellammare