I 100 voti errati di Paceco. La Bellezza vince il ricorso

1074

PACECO. Strano caso quello di Paceco in cui 100 voti in più hanno dato la possibilità a Giovanni Basiricò, candidato anche a Sindaco nella lista “Basiricò Sindaco”, la scorsa primavera, di essere eletto come consigliere comunale sottraendo il posto a Lidia Giovanna Bellezza, candidata nella lista “Insieme per cambiare Paceco”.

La Bellezza, però, non si è arresa, ha fatto ricorso e oggi ha ottenuto la sua vittoria. Nei giorni scorsi il Tar di Palermo ha accolto il ricorso presentato dalla Bellezza ed ha decretato  che l’attribuzione di questi 100 voti in più non risulta essere legittima. Durante lo spoglio, infatti, nell’ atto di redigere il verbale riepilogativo finale dei risultati, la commissione elettorale (la cui presidenza era affidata ad un magistrato) ha manomesso (colposamente o dolosamente sarà la magistratura a dirlo) i risultati elettorali della sezione numero 4 che ha permesso l’elezione di Basiricò e non della Bellezza. La procura di Trapani ha aperto un’inchiesta sulla vicenda, ma sta già provvedendo alla revoca di Basiricò e alla sostituzione con la Bellezza.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteImmigrazione, Iacolino: “Questione cruciale è ‘cornice’ solidale europea, non clandestinità come sostiene il M5S”
Articolo successivoTra gli indagati della regione anche Massimo Ferrara